“Destinazione Italia” — Lombardi nel Mondo

“Destinazione Italia”

Iniziativa del Governo Italiano per attrarre investimenti esteri. E’ ancora in una fase di consultazione pubblica. Se volete avere maggiori informazioni e contribuire con idee e suggerimenti, c’è un sito web a cui si può far riferimento

Destinazione Italia è la politica organica del Governo per attrarre gli investimenti esteri e favorire la competitività delle imprese italiane. Si compone di 50 misure che incidono su tutto il “ciclo di vita dell’investimento” e toccano numerosi ambiti: dal fisco al lavoro, dalla giustizia civile alla ricerca, dal rafforzamento della rete estera al miglioramento della reputazione dell’Italia all’estero.

Attrarre investimenti è essenziale per sostenere l’economia italiana perché consente l’apertura di nuove attività e insediamenti produttivi, la riconversione di attività esistenti, la capitalizzazione e il rafforzamento finanziario delle nostre imprese, la creazione di lavoro e conoscenza. Oggi, tuttavia, la quota detenuta dall’Italia di investimenti esteri è pari a solo l’1,6% dello stock mondiale. Non basta.

Per attrarne di più, da un lato occorre facilitare la vita degli investitori esteri e degli imprenditori italiani, assicurando certezza del diritto, del fisco e dei tempi nelle autorizzazioni.

D’altra parte, per rendere l’Italia attrattiva è necessario valorizzare la sua unicità, e quindi i suoi asset distintivi: la bellezza, la cultura, la qualità della vita, la diversità dei nostri territori, la nostra capacità di fare impresa e creare conoscenza, la propensione all’innovazione, la ricchezza delle relazioni umane – in un’espressione: il Made in Italy.

Occorre anche tornare ad attrarre capitale umano, oltre che finanziario, aprendo il Paese all’apporto di tecnici, professionisti e imprenditori stranieri.

È necessario, infine, rafforzare la promozione del sistema Italia all’estero, dando maggior incisività alla diplomazia economica e culturale e dotando la nostra rete istituzionale all’estero di strumenti dedicati all’attrazione di investimenti.

Le 50 misure contenute in Destinazione Italia si sviluppano lungo queste direttrici, e sono molto di più di una lista di interventi normativi: sono policy making organico e coerente, che va oltre ed è più ampio del law making, in quanto mira a modificare incentivi e comportamenti e non solo il quadro legale.

Destinazione Italia è una riforma che interessa tutti: investitori stranieri, imprenditori italiani, mondo del lavoro, mondo della ricerca, professionisti, cittadini. Tutti hanno bisogno di un business environment migliore, fatto di più concorrenza e competitività, migliori servizi, più sostegno all’innovazione e alla ricerca, meno incertezza, una più moderna regolazione, e un’Amministrazione più efficace.

Il progetto di riforma del Paese contenuto in Destinazione Italia è rafforzato da orizzonti e scadenze precise, prima fra tutte EXPO 2015, il momento in cui il mondo arriverà fisicamente in Italia, e in cui avremo l’occasione di mettere in mostra il valore del nostro Paese.

 

Trova più informazioni al sito web: http://destinazioneitalia.gov.it/

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020