Auto elettrica, a Brescia il primo “distributore” — Lombardi nel Mondo

Auto elettrica, a Brescia il primo “distributore”

È posizionata all’ingresso sud del Parco dell’acqua (ex ittiogenico), in piazzale Canton Mombello, la prima colonnina di ricarica per auto elettriche di nuova generazione

(s.s.) È posizionata all’ingresso sud del Parco dell’acqua (ex ittiogenico), in piazzale Canton Mombello, la prima colonnina di ricarica per auto elettriche di nuova generazione. Il progetto pilota “E-Moving” fra A2A, Renault e i comuni di Brescia e Milano sta dando i primi frutti concreti e anche nella nostra città ci si sta attrezzando per ricevere le vetture elettriche messe a disposizione dalla casa francese per la sperimentazione.

Entro l’anno arriveranno a Brescia 20 auto (“10 dopo l’estate e l’altra metà in autunno” ha detto Andrea Baracco, responsabile della comunicazione per Renault Italia), suddivise fra i modelli Kangoo Express e la berlina Fluence, con il marchio “Z. E.”, ovvero zero emissioni. Quelli elettrici, infatti, sono gli unici veicoli, anche rispetto ai più ecologici, a garantire la riduzione drastica di Co2.

Le auto elettriche Renault avranno una batteria compatta agli ioni di litio che garantirà un’autonomia per 160 km e una velocità massima fino a 140 km/h, con un motore assimilabile ai 95 cavalli (70 kilowatt). Ad A2A tocca la fornitura delle colonnine a cui le quattro ruote potranno attaccarsi con spinotto e tessera di riconoscimento personale per effettuare la ricarica standard per le vetture elettriche già presenti sul mercato (dalle 6 alle 8 ore), ma anche quella veloce adatta ai veicoli di nuova generazione (20/30 minuti). Su tutto il territorio di Brescia saranno circa 70, le prime 20 saranno posizionate entro l’autunno, così da rendere il progetto pilota operativo a tutti gli effetti.

Il noleggio di un’auto elettrica avrà un costo, almeno nei primi mesi, di 500 euro più Iva al mese a cui bisognerà aggiungerne 25 come forfait mensile per le ricariche elettriche, in attesa che l’azienda valuti i reali consumi e costi. Ad approfittare di questa sperimentazione, che sta partendo in concomitanza anche a Milano, saranno soprattutto enti pubblici che disporranno del noleggio gratuito, ma Renault Italia, attraverso un bando di concorso telematico nei prossimi mesi, selezionerà anche clienti privati per testarne consumi, tragitti, comodità di ricarica e utilizzo reale.

La casa francese, poi, inizierà la commercializzazione di massa di queste vetture a partire dal 2011. A quel punto sarà possibile ricaricare le auto direttamente dal garage di casa propria, con un costo per “pieno” di circa 3 euro, che sarà conteggiato direttamente nella bolletta elettrica, anche se la normativa italiana a riguardo è tutt’ora in evoluzione.

“Siamo all’inizio, sappiamo che su questa strada troveremo molti problemi da risolvere ma siamo certi del successo”, ha detto il sindaco Adriano Paroli all’inaugurazione del primo distributore di energia elettriche per auto. “Questa tecnologia è importante per la mobilità urbana di una città come la nostra, il cui centro storico non è completamente pedonalizzabile ma che soffre per l’inquinamento.

Abbiamo bisogno di soluzioni nuove, e questa ne è l’esempio”. Le auto della sperimentazione potranno parcheggiare gratis ovunque e avranno accesso libero anche nella Ztl durante gli orari di chiusura.

Vittorio Cinquini, vicepresidente del consiglio di gestione di A2A, ha salutato l’apertura della colonnina come “l’inizio di una nuova concezione della mobilità che negli anni dovrà sostituire l’auto termica e di cui tutti noi saremo i beneficiari”. Le prestazioni di questi veicoli, ha aggiunto Cinquini, sono superiori a quelle delle automobili a cui siamo abituati, soprattutto in percorsi cittadini dove contano le ripartenze più dei lunghi tragitti.

http://www.quibrescia.it/index.php?/content/view/19464/1/

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020