Una sede per l’Associazione per il commercio italo-argentino — Lombardi nel Mondo

Una sede per l’Associazione per il commercio italo-argentino

L’associazione, che raggruppa circa un centinaio di soci appartenenti al mondo imprenditoriale e camerale italiano e argentino, è destinata a diventare col tempo Camera di commercio mista

Faenza (Ravenna) – E’ stata inaugurata la sede dell’Associazione per il commercio italo-argentino (ACIA), destinata a diventare col tempo Camera di commercio mista. L’associazione, che raggruppa circa un centinaio di soci appartenenti al mondo imprenditoriale e camerale italiano e argentino, è presieduta dall’avvocato Pietro Baccarini.

Il sodalizio mira a a promuovere ed intensificare le relazioni commerciali, finanziarie, culturali ed i rapporti di collaborazione economico-tecnica tra imprese italiane e quelle argentine. Nata sulla scia della iniziative portate avanti dal 2001 per dare un aiuto concreto al paese sudamericano nella fase più acuta della sua crisi economica, l’Acia rappresenta oggi una realtà nazionale composta da decine di aziende, operatori economici, studi professionali e realtà istituzionali come le Camere di commercio di Parma, Ravenna, Salerno, Vercelli, Padova, Unioncamere Emilia-Romagna, il Centro Estero Camere di Commercio Piemontesi, Retecamere, Dintec ed il Club dei distretti industriali italiani, che sviluppano congiuntamente servizi per le imprese favorendo investimenti ed attività commerciali.

“La ripresa economica dell’Argentina stimola nuovi rapporti con questo paese e opportunità per le nostre imprese –  commenta Baccarini – .Sono molto interessanti la controstagionalità nell’agroalimentare, che risponde alle esigenze di interscambio, ed il costo della manodopera e delle materie prime che stanno facendo dell’Argentina un interlocutore interessante per i paesi europei. Da parte nostra possiamo offrire tecnologia alle imprese argentine.Il presidente del Consiglio Romano Prodi – conclude Baccarini – ha di recente rilasciato un’intervista in cui ha sottolineato la necessità di riprendere i rapporti tra i due paesi risolvendo alcuni punti di criticità compreso quello dei bond. A quattro anni dalla dichiarazione di default, l’Argentina sta sperimentando un periodo di forte ripresa economica, come registrano i principali indicatori macroeconomici e può rappresentare, con milioni di abitanti di origine italiana, un “ponte” ideale per i nostri investitori verso tutte le aree del Mercosur, senza trascurare gli altri importanti mercati strategici dell’America Latina”.

 

 

News ITALIA PRESS 

 

 

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020