Basket Europa. L’incognita Covid nella corsa a campione d’inverno in Croazia

In un campionato organizzato con la formula della fase ad orologio, che al termine della regular season prevede una divisione del torneo in due gruppi, uno composto dalle migliori squadre in competizione per la definizione della griglia playoff, l’altro composto dalle compagini invischiate nella lotta salvezza, il titolo di campione d’inverno ha un valore meramente simbolico, utile solamente per un primo bilancio. Se a tale formula ci si aggiunge il Covid, ecco che tracciare un’analisi della prima frazione del campionato nazionale croato diventa ancor più complicato.

Ad una giornata al termine del girone di andata della prima fase della stagione regolare, infatti, in Croazia vi sono solo cinque squadre senza partite da recuperare. Colpa del virus, sì, che ha costretto la capolista Cedevita Junior a due gare di stop, ma anche di un calendario chiamato a tenere conto degli impegni di Split, Zadar e Cibona in Lega Adriatica, oltreché di Škrljevo, Gorica e Šibenka in Alpe Adria Cup.


Malgrado sia fermo da oramai due giornate, il Cedevita Junior mantiene il miglior record del torneo, con sette vittorie ed una sconfitta, ed un fattore campo sempre rispettato durante le cinque partite casalinghe finora disputate.

Per la compagine di coach Damir Mulaomerović, che affronta il campionato da neopromossa, il risultato sa di sorpresa e di impresa, sopratutto considerando la capacità dei neroarancio di sconfiggere rivali di prestigio, come Split in casa propria, e Cibona in trasferta, nel derby di Zagabria.

Nell’ultima giornata del girone di andata, il Cedevita Junior, che ha nel playmaker Goran Filipović, nella guardia tiratrice Sven Smajlagić, e nell’esterno Rok Radović i propri perni sul campo, è chiamato ad una trasferta a Škrljevo. Ad essa, tuttavia, occorre aggiungere i recuperi contro Zabok in casa e Sonik Puntamika in trasferta.


Restando in vetta alla classifica, Split, privo di partite da recuperare, occupa il secondo posto con un bilancio di otto vinte e due perse. Tra gli exploit della squadra erede della gloriosa Jugoplastika, anch’essa finora imbattuta in casa, lecito menzionare il successo davanti al pubblico amico sul Cibona, oltreché la vittoria esterna sui campioni in carica dello Zadar.

I gialloneri di Dalmazia, guidati da coach Srđan Subotić, e trascinati, sul campo, dal play Roko Leni Ukić, dalla guardia Nejc Barič, dall’esterno Darko Bajo e dal lungo Karlo Žganec, nell’ultima giornata del girone di andata sono chiamati ad affrontare il fanalino di coda Alkar in trasferta in un impegno facile sulla carta ma potenzialmente insidioso.


Al terzo posto provvisorio, con una partita in meno rispetto a Cedevita Junior e Split, i campioni in carica dello Zadar sono ancora in corsa per il titolo (puramente simbolico) di campione d’inverno, grazie ad un bilancio di sette successi e due sconfitte.

Tra i risultati degni di menzione della compagine di coach Vladimir Anzulović vi sono la vittoria interna sul Cedevida Junior, potenzialmente importante in caso di arrivo a pari punti con le vitamine della capitale, e il successo esterno sul Cibona.

A guidare il gioco dei biancoblu di Dalmazia sono la guardia americana con passaporto slovacco Justin Carter, il lungo Domagoj Vuković, il play Dominik Mavra, e l’esterno Aleksandar Bursać. Negli ultimi impegni del girone di andata, Zadar incontra Gorica in casa, e, in trasferta, il Sonik Puntamika nel derby cittadino.


Fuori dal discorso per il titolo di campione d’inverno anche in caso di classifica avulsa, il Cibona è chiamato all’impegno casalingo con il Šibenka nell’ultima giornata del girone di andata.

Nonostante un record di sette vittorie e tre sconfitte, il Cibona ha tutti gli scontri diretti a sfavore nei confronti delle dirette concorrenti: doppia sconfitta casalinga contro Cedevita Junior e Zadar, partita persa in trasferta a Split.

La compagine di coach Vladimir Jovanović è guidata, sul campo, dall’esterno Amar Gegić, dal lungo statunitense Nate Reuvers, e dal play argentino José Vildoza.

Matteo Cazzulani
@MatteoCazzulani

Classifica dopo 10 giornate (vittorie-sconfitte)

Cedevita Junior 7-1 (88%)
Split 8-2 (80%)
Zadar 7-2 (78%)
Cibona 7-3 (70%)
Gorica 5-4 (56%)
Škrljevo 5-5 (50%)
Sonik Puntamika 4-5 (44%)
Zabok 3-6 (33%)
Osijek 3-6 (33%)
Furnir 3-7 (30%)
Šibenka 2-7 (22%)
Alkar 2-8 (20%)

Condividi