Bergamaschi in India — Lombardi nel Mondo

Bergamaschi in India

Verrà presto pubblicato un libro, a cura della Provincia, dove si ripercorreranno le tappe, poco conosciute, dell’emigrazione dalla provincia orobica verso il subcontinente indiano.

La Provincia di Bergamo sta scrivendo un libro sull’emigrazione: “Dalla Val Cavallina all’India”. Si raccolgono testimonianze per il libro che ripercorrerà le tappe dell’emigrazione verso l’India dei circa 500 bergamaschi. Partirono, già dall’800, per lavorare nelle miniere indiane.

 

La storia della Bergamasca nasconde un passato fatto di sacrifici, di povertà e di emigrazione. In molti, nel corso dell’Ottocento e fino alla seconda guerra mondiale sono partiti verso paesi vicini e lontani, a volte nemmeno immaginati, per far fronte alla fame e alla scarsità di lavoro. Fra le migliaia di emigranti bergamaschi, circa 500 sono arrivati fino in India.

 

Erano 500 minatori, tutti provenienti dalla zona della Valle Cavallina, che avevano tentato la fortuna nelle miniere del territorio di Kolar Gold Fields, distante 60 miglia dalla città di Bangalore, oggi denominata Bengaluru e città indiana con la più alta crescita economica tanto da essere considerata la Sylicon Valley dell’India.

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020