Si cercano Minatori — Lombardi nel Mondo

Si cercano Minatori

L’articolo seguente dà un’idea del clima sociale e delle condizioni di lavoro esistenti nel bacino carbonifero che faceva capo a Pittaburg, Pennsylvania ai primi del’900.

“Si cercano minatori

Gli imprenditori mandano i loro agenti in Europa a cercare minatori, mentre le acciaierie espellono i lavoratori stranieri

Pittsburg, 17 settembre. Dopo aver appreso che gli imprenditori del carbone del distretto di Pittsburg hanno sguinzagliato agenti in Inghilterra, Scozia e Galles per reclutare minatori da portare in questo Paese a causa della penuria di manodopera , il presidente della United Mine Workers (sindacato dei minatori), F.J. Feehan richiederà al governo di impedire  l’entrata nel paese a questi uomini secondo la legge sul lavoro a contratto del 1885. Circola pure la voce che ai minatori stranieri siano offerti salari superiori a quelli attualmente pagati ai minatori del distretto.

Questo pomeriggio la Pittsburg Coal Company non ha rilasciato alcuna dichiarazione, ma non ha negato la presenza all’estero di agenti in cerca di minatori.

Mentre gli imprenditori del carbone cercano manodopera all’estero, oggi la United States Steel Company (acciaieria)  ha cominciato la ricerca in città di 2.000 persone che parlano inglese per prendere il posto degli stranieri nel distretto carbonifero di Connellsville. Si intuisce che la Steel Corporation setaccerà ogni città possibile del paese per procurarsi manodopera che parla inglese, e  che la compagnia farà tutto quanto in suo potere per sbarazzarsi dei 30.000  italiani, ungheresi, polacchi e slavi ora al suo servizio.

Il motivo principale per liberarsi degli stranieri è dovuto al numero di festività da loro osservate. Mentre i minatori di lingua inglese osservano 8 festività all’anno, gli stranieri ne osservano circa 35 inclusi tutti i giorni festivi e le altre feste religiose”.

New York Times, 18 settembre 1907; trad. E:R Milani

Ernesto R Milani

Ernesto.milani@gmail.com

7 marzo 2012

.

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020