Dalla Consulta regionale per l’Emigrazione prime indicazioni sulla “nuova legge” per i Lombardi all’estero — Lombardi nel Mondo

Dalla Consulta regionale per l’Emigrazione prime indicazioni sulla “nuova legge” per i Lombardi all’estero

Presentati gli obiettivi e le linee di orientamento per una “nuova legge” a favore dei lombardi all’estero dal delegato del Presidente della Giunta regionale per la Consulta regionale dell’Emigrazione, Roberto Ronza

Roberto Ronza, Delegato del Presidente della Giunta regionale Roberto Formigoni, durante la 2^ Seduta Ordinaria della Consulta regionale dell’Emigrazione, tenutasi nel Palazzo della Regione, ha coordinato i lavori della prima riunione quale Presidente nominato per tale organismo. Nella sessione di lavoro ha presentato gli obiettivi e le linee di orientamento per una “nuova legge” a favore dei lombardi all’estero che, a seguito delle verifiche congiunte con i soggetti attivi sul territorio e la componente politica della Giunta regionale, potrà essere avviata al Consiglio regionale per gli ulteriori approfondimenti e sviluppi.

 

Elemento chiave di una legge dedicata potrà essere un’attenzione equamente ripartita tra l’emigrazione “storica” (i discendenti della “vecchia emigrazione”, quali seconde e terze generazioni che hanno nuove caratteristiche sociali e culturali) e la “nuova emigrazione”, che è spinta più dalla ricerca di nuovi itinerari professionali globalizzati che dalla mancanza di lavoro in Patria.

“E’ essenziale inoltre – ha sottolineato Roberto Ronza – che la diaspora lombarda sia una risorsa importante per Regione Lombardia. Questa “rete di relazioni” – ha aggiunto – potrà essere agevolata anche attraverso la collaborazione con i vari soggetti presenti all’estero come per esempio i “Punti Operativi” in territorio straniero, ai sensi della Lr. 20/02, oppure attraverso accordi tra Università lombarde e Università dei paesi dove sono presenti comunità lombarde”.

 

La nuova normativa potrebbe consentire a Regione Lombardia di intervenire, per esempio, cofinanziando, oltre i progetti presentati dalle Associazioni, la valorizzazione e lo sviluppo della “rete di relazioni” tra Associazioni attive nei vari territori. E’ allo studio inoltre, insieme alla Direzione Generale “Formazione”, la creazione di “borse di studio” a cui potranno accedere anche gli emigrati lombardi interessati a ricreare un legame con la terra d’origine.

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020