Ecuador: Conclusa la formazione triennale per 200 giovani missionari — Lombardi nel Mondo

Ecuador: Conclusa la formazione triennale per 200 giovani missionari

È stata la scuola media “Cardinal Spellman” di Quito lo scenario della consegna dei diplomi a 200 giovani della Scuola di Formazione Missionaria. La celebrazione si è svolta sabato 30 aprile, a conclusione di un duro lavoro di quasi 3 anni, che segue il Congresso Missionario Americano, svoltosi a Quito

Quito – E’ stata la scuola media “Cardinal Spellman” di Quito lo scenario della consegna dei diplomi a 200 giovani della Scuola di Formazione Missionaria. La celebrazione si è svolta sabato 30 aprile, a conclusione di un duro lavoro di quasi 3 anni, che segue il Congresso Missionario Americano, svoltosi a Quito nel mese di agosto 2008 (CAM 3-COMLA 8).

 

 

 

La Concelebrazione Eucaristica, nella cappella della scuola, è stata presieduta dal Vescovo ausiliare di Quito, Mons. René Coba Galarza, concelebrata da 16 sacerdoti. Mons. Coba ha parlato dell’impegno missionario che ogni giovane dovrebbe assumere, rivolgendosi in particolare ai giovani che, come bravi studenti, avevano studiato e completato la loro formazione triennale ed erano quindi pronti per il diploma. I giovani che hanno partecipato provenivano da diverse parrocchie dell’Arcidiocesi di Quito, dalla zona dell’Arcadia (nel sud) fino a Guayllabamba e Pifo (nel Nord). Dopo la Messa si è svolto un atto accademico nell’Aula Magna con i 200 nuovi diplomati, le loro famiglie e le autorità delle POM: Mons. Luis Tapia, ex direttore diocesano, e Padre Moacir, sacerdote brasiliano, attuale direttore diocesano delle POM di Quito. Dopo le parole di introduzione, i giovani sono stati chiamati per nome e quindi, a gruppi, si sono avvicinati al palco per ricevere i diplomi rilasciati. Dopo l’atto accademico è arrivato il momento di festa con il pranzo nel grande cortile della scuola. Adesso inizia il loro lavoro e l’impegno missionario! (CE)

 

Fonte: (Agenzia Fides, 05/05/2011)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020