“Taller Internacional Bioedilicia” — Lombardi nel Mondo

“Taller Internacional Bioedilicia”

Nel quadro del Programma di Cooperazione Internazionale Rafaela – Fossano, fra martedì 10 e mercoledì 11 maggio 2011 si è svolto il corso “Sfide ed opportunità dell’economia verde” a Rafaela, Santa Fe, Argentina

Nel quadro del Programma di Cooperazione Internazionale Rafaela – Fossano, fra martedì 10 e mercoledì 11 maggio 2011 si è svolto il corso “Sfide ed opportunità dell’economia verde”.

 

Il corso ha portato a Rafaela (SFe), Argentina, l’architetto Chiara Bianco, master in Architettura sostenibile, esperta in efficienza energetica dell’edilizia e componente della squadra di professionisti dell’architettura dell’Environment Park – Torino (nella foto accanto l’autore dell’articolo).

 

Il parco è articolato in due Unita Operative (Business Unit), rispettivamente dedicate alla gestione immobiliare del complesso e all’attività di ricerca e innovazione.

 

 

Quella dedicata alla ricerca si è sviluppata intorno al concetto di eco-efficienza, con un approccio tipicamente trasversale alla tematica ambientale.

 

Da tale approccio si sono generate attività in quattro ambiti operativi tali come:

 

Bioedilizia: dedicato all’attività di supporto alla progettazione a privati e istituzioni nell’ambito dell’architettura eco-compatibile;

Progetti Ambientali Integrati: rivolto ad imprese e istituzioni per offrire soluzioni innovative ed eco-efficienti basate su trasferimento tecnologico, analisi ambientali e territoriali, strumenti innovativi di gestione ambientale;

Energia: finalizzato a offrire un servizio di assistenza a imprese ed a enti pubblici nel campo delle tecnologie energetiche attraverso attività di ricerca di soluzioni gestionali, tecnologiche ed impiantistiche-innovative, studi di fattibilità tecnico-economica e test sui prodotti;

Plasma: orientato alla ricerca e al trasferimento tecnologico nell’ambito del trattamento delle superfici con nano-tecnologie eco-efficienti basate sul plasma.

 

Al Centro Commerciale e Industriale di Rafaela e la Regione, ha avuto luogo questo importante evento che ha contato con la presenza di molti studenti universitari e tecnici, nonché noti professionisti e professori delle diverse alte case di studio.

Strategie bioclimatiche, materiali, tecnologie costruttive, coperture verdi, aspetti acustici, sistema integrale di controllo ambientale e diagnosi energetica, alcuni dei vari punti sviluppati durante il corso.

Dall’Italia arriva una rinnovata spinta per ripensare a nuovi sistemi costruttivi, uso dei diversi materiali come il legno e innovative tecnologie di risparmio energetico.

 

Certo che ha sorpreso di molto i partecipanti, la grande manovra del legno in Europa e la grande preoccupazione dei governi comunitari che, come l’italiano, svolgono delle forti politiche di stato per ridurre il consumo energetico dei centri abitati.

 

Ciò perchè le risorse energetiche europee sono per lo più non rinnovabili e molto care, basterebbe solo considerare che l’Italia prende quasi tutto il metano che consuma dalla lontanissima Russia.

 

Anche l’Argentina deve prendere il suo metano dalla vicina Bolivia e i giacimenti petroliferi propri non raggiungono a soddisfare i fabbisogni complessivi dello sviluppo dell’intero Paese.  

 

Jorge Garrappa Albani –

Redazione Portale Lombardi nel Mondo–11/05/2011

jgarrappa@hotmail.com – jgarrappa@arnet.com.ar

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020