L’emigrazione italiana a San Paolo — Lombardi nel Mondo

L’emigrazione italiana a San Paolo

Regina Cavallaro, con la collaborazione della Drª Célia Taveria Di Nizo ed il fratello Dr Antonio Di Nizo Neto, sono impegnati a ricostruire la emigrazione mantovana, lombarda, italiana, in tutto lo Stato di San Paolo. Questo è un riassunto della ricerca scritta in portoghese, potete contattarli per avere ulteriori informazioni e relativo materiale.

L’obiettivo della ricerca è studiare l’emigrazione italiana in Brasile.

L’inizio della migrazione italiana per il Brasile fu tramite l’iniziativa del Re di Portogallo nel distribuire le carte di concessione “ sesmaria” di lotti di terra le quali erano donate secondo certi termini.

Il 18/09/1850 fu modificata la legge autorizzando la vendita dei terreni devoluti, i proprietari quindi iniziarono a sollecitare la

Casa reale a mandare coppie per colonizzare le terre come successe in America, in quanto gli schiavi erano insufficienti e comunque si stava gia diffondendo la voglia di abolire la schiavitù.

La propaganda per la contrattazione dei coloni per la coltivazione delle terre brasiliane si sparse per l’Italia e gli altri Paesi europei trovando terreno fertile a causa della poverta e della drastica situazione causate dalle guerre europee. C’erano molte società di contrattazione come la “Vergueiro & Souza ou Vergueiro & cia” che contribuì alla creazione della comunità italiana in Brasile la quale partecipò attivamente nello sviluppo dei settori agricoli, industriali e manifatturiero.

Uno degli porti di sbarco degli immigranti italiani era Santos nello Stato di San Paolo, dove venivano radunati nel “Hospedaria dos Imigrantes em São Paulo”. Con l’inaugurazione della ferrovia tra San Paolo e Campinas molti immiganti venivano portati all’ospedale di Campinas dove attendevano di essere contrattati dalle varie fazendas delle regioni vicine generando le future colonie di immigranti. In quell’epoca a San Paolo era esplosa la coltivazione del caffè, della canna da zucchero e l’espansione della ferrovia diventando quindi la principale meta di emigrazione che si distribuì su tre fronti principali corrispondenti alle città di Campinas,  Piracicaba e Mogi mirim. Da queste città poi raggiungevano le mete finali delle fazendas, quindi il tragitto classico era:

Italia – Brasile – Santos – San Paolo

Campinas       Piracicaba         Mogi Mirim

Limeira – Araras – Rio Claro – Cordeirópolis – Cosmópolis – Artur Nogueira

Santa Gertrudes – Conchal  – Iracemápolis

Seguendo questa linea basata sulle Sesmaria è possibile ricostruire la emigrazione italiana attraverso le società di contrattazione come Vergueiro & Cia, o tramite i registri dei documenti uilizzati per uscire dall’Italia. Studiando la storia di Limeira, Amparo e altre città possiamo utilizzare i registri di alcune colonie:

1847    – Colônia Vergueiro

1852  – Colônia Santa Bárbara    e   Colônia São Jerônimo

1854    – Colônia Morro Azul e Colônia Tatu

1855        – Colônia Capitão Diniz

 

Le famiglie italiane vivevano in comunità, coltivando la solidarietà attraverso unità comunitaria, professionalità e giustizia.. La loro eterna allegria di vivere intensamente ogni momento per costruire un mondo migliore per tutti si vede nella influenza italiana nello sviluppo del Paese nell’arte, nella ingegneria, nell’achitettura ecc. L’italiano, con la sua emigrazione, depositò l’unico tesoro congenito che portava con sè, la qualità innata nei lavori manuali, agricoli e di allevamento pietra fondamentale per lo sviluppo del Brasile di allora.

 

  

Chiesa e Stato sono responsabili dei registri di migrazione e permanenza degli italiani utili per le nostre ricerche. In quell’epoca i registri di familia erano gestiti da Stato e Chiesa. Tutti gli atti di stato civile, matrimonio, battesimo e morte erano registrati nella Chiesa cristiana cattolica, di cui era responsabile, ed utilizzati come certificati. La diocesi regionale registrava nei suoi libri tutti gli eventi delle parrocchie. I documenti utili alla ricerca e trovati sono :

·        Registri della chiesa cattolica con dati dalla nascita alla morte e origine. ( Italia e Brasile)

·        Registri civili con regione di origine, provincia o città di nascita.

·        Materiale di propaganda di contrattazione per la coltivazione della terra in Brasile.

·        Registri di imbarco e di sbarco delle autorità di ogni Paese.

·        Registri del dipartimento di Amparo e integrazione sociale, segreteria di Stato di San Paolo.

·        Registri del centro storico dell’immigrante.

·        Registri degli immigrantio nell” Alojamento Provincial de Imigração de São Paulo”

·        Libro cassa di Municipio, enti, cimiteri, cooperative mediche ecc.

·        Anagrafe italiana

·        Ispettorati delle terre di colonizzazione e immigrazione dello stato di San Paolo ( titoli immobiliari)

·        Ufficio registro immobili

·        Museo storico del comune e Stato di San Paolo

·        Dizionario delle familie in Brasile.

·        Presentazione della colonizzazione tramite internet.

·        Collaborazione per la catalogazione del materiale di ricerca:

         Museu Major José Levy sobrinho –  Bernini

         Livro Tombo : 1897

         Registro Câmara 1897

Biblioteca Municipale de Limeira :

         Imigrantes –  Limeira    Reynaldo Bush

         História dos Imigrantes italianos no Brasil

         História  Documental Brasil    [ CASTRO; Terezinha 2001 ] 

Biblioteca Municipale di Rio Claro:

     Imigrantes italianos em Rio Claro e seus Descendentes

Confraria Nossa Senhora das Dores de Limeira:  Architettura storica della Cattedrale di Limeira

Confraria Nossa Senhora da Assumpção da Boa Morte:  Visita alla architettura storica 

Cimitero Municipale de Limeira: Studio dei  tumuli antichi e ricerche nei registri dell’obitorio dal 1897. 

Padre Alquermes Valvassori :

Bush, Reynaldo – A história da  Imigração  em  Limeira

Família  Ometto – A Catar Ometto

Família Battistella – A Catar Battistella

 

Documenti registrati

Abbiamo catalogato alcuni registri di immigrati cercando in internet, musei, comunità italiane, dizionario delle familie brasiliane, “A Catar Battistella “ e “A Catar Ometto”,  che provano la presenza degli immigrati italiani nello Stato di San Paolo.

 

Ricerca a São Paulo &  Campinas

Abbiamo scoperto che normalmente gli immmigrati italiani sbarcati a Santos venivano radunati nel “Hospedaria dos Imigrantes a San Paolo”. Con l’inaugurazione della ferrovia tra San Paolo e Campinas nel 1870 molti immiganti venivano portati all’ospedale di Campinas a causa del sovraffollamento del primo e puo essere dimostrato dai registri esistenti nella Unicamo ( Pesquisador – José Roberto Amaral Lapa)  Da Campinas attendevano di essere contrattati dalle varie fazendas delle regioni vicine generando le future colonie di immigranti. La presenza degli immigrati italiani tramite la ferrovia fu dimostrata da un servizio “Imagem”, del 20.03.2005 su canal 21. La rotta di queta ferrovia partiva dal porto di Santos passando per  “Torre  do Relógio” ,  “Palácio do Café”,  fino alle città di Jundiaí  e Campinas. A Campinas, dal 1882 al 1888 fu intensificato la migrazione europea con un numero di soli immigrati italiani di 7.991. Campinas divenne una referenza economica capitalista dello Stato di San Paolo essendo la prima città regionale  a ricevere la ferrovia. Nel 1953 , circa 1,5 milioni di abitanti dello Stato di San Paolo erano appartenevano a familie italiane.

 

Ricerche     Catar  Oito      Amparo

Sede della “Sociedade de mútuo socorro” – comunità italiana ad Amparo

Ricerche a Rio Claro – SP

Documenti ceduti dal Regno d’Italia, Ministero della guerra, Navigazione Italiana ed ufficio emigrazione di Genova.

Propaganda  Italiana  per l’emigrazioni in America.

Abbiamo raccolto le illustrazioni di propaganda di una impresa di navigazione con i biglietti di imbarco utilizzati all’epoca per coltivare le nuove terre tra cui il Brasile. Il sogno dell’italiano era “fare fortuna” unito alla propettiva di fuggire dalla miseria esistente in Italia. Ci sono anche i documenti della fusione tra le compagnie navali Florio e Rubattino le quali ebbero una grande importanza nelle imbarcazioni per la emigrazione. La ricerca nel nord Italia di persone disposte al trasferimento era preferibile per la loro capacita e zelo nel coltivare la terra. Nel 1886 il ministro dell’Agricoltura commercio e opere pubbliche contrattò tramite una impresa il trasporto di 20.000 immigranti dal nord Italia che sbarcarono a Santos. Registriamo anche la presenza della “Família Ometto” che emigro il 22 agosto 1822 ? sulla nave Roma

 

Dizionario di familia

Família Jacovretti : Cognome di origine italiana stabilitasi in Brasile dove arrivò il 22.12.1883, a bordo del Vapore  Colombo, Antonio Jacovretti, Italiano, proveniente da Genova con destino Campinas nello Stato di San Paolo  ( Hospedaria dos Imigrantes – SP Livro 001 pag 183  – 22.12.1883

Família Jafrancesco  Familia italiana stabilitasi a San Paolo e proveniente da Napoli, arrivo il 25.03.1885, a bordo del vapore Bengala , Antonio Jafrancesco, italiano con destino Campinas , ( Hospedaria dos Imigrantes – SP Livro 153 – 25.03.1885

Família Bernini : Cognome derivato dalla parola Berno stabilitasi in Brasile dove arrivò il  24.06.1882, a bordo del vapore Rio Plata, Pietro Primo Bernini , provenente da Genova in Liguria con destino São Paulo, ( Hospedaria dos Imigrantes – SP Livro 001 – 24.06.1882 ) Domenico Giuseppe Bernini 06.07.1891 – italiano proveniente da Pavia in Lombardia, destino a São Paulo ,   (Hospedaria  dos Imigrantes – SP)

 

Regina Cavallaro

 Email : materclarissima2005@yahoo.com.br

 

Con la preziosa consulenza della Dr.ssa Midori , del memoriale dell’immigrato a San Paolo

 

Orientação  :

Dr Antonio Di Nizo  Neto  & Drª Célia Taveria Di Nizo

Email  familiadinizo@hotmail.com

celia.di.nizo@globo.com

 

Foto Allegata : Famila Magnani emigrata da Magnacavallo ( Mantova) per San Paolo

nmagnani@uol.com.br

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020