Il lungo cammino Niemeyer (1907-2012) — Lombardi nel Mondo

Il lungo cammino Niemeyer (1907-2012)

Il caminho Niemeyer è l’ultima grande opera alla quale stava lavorando l’instancabile architetto poco prima della sua morte. Sino a pochi mesi prima della morte, avvenuta il 5 dicembre 2012, a pochi giorni dalle 105 candeline, Oscar Niemeyer si stava dedicando assiduamente alla realizzazione di un complesso di opere architettoniche

distribuite su di un’area di oltre tre chilometri sul lungomare di Niteroi.

La città di Niteroi, di fronte a Rio de Janeiro, scenograficamente affacciata sulla baia di Guanabara, vantava già il Museo d’arte Contemporanea progettato dallo stesso Niemeyer nel 1991. È propirio con l’idea di collegare il museo al centro della città  che è stato ideato il cammino Niemeyer, non ancora concluso, ma che già annovera importanti opere dell’architetto: il porto dei catamarani; il Teatro Popolare di Niteroi; il Memorial Roberto Silveira; la sede della fondazione Oscar Niemeyer e la Piazza JK. A completamento della grande opera urbanistica manca il Museo del Cinema Brasiliano, già progettato ma non ancora realizzato.

Allievo di Le Corbusier, l’architetto brasiliano già pienamente attivo dagli anni quaranta, è diventato internazionalmente conosciuto grazie alla realizzazione degli edifici pubblici di Brasilia (1958-1960) la nuova capitale del Brasile voluta dal presidente Juscelino Kubitschek. Numerosissime sono le opere di Niemeyer in Brasile e all’estero, tutte accomunate dall’uso del cemento armato, dalla predilezione per la linea curva e dall’inserimento armonioso nel paesaggio circostante.

Anche in Italia si possono vedere opere dell’architetto brasiliano: a Segrate la sede della Mondadori e l’Auditorium di Ravello sulla costiera amalfitana.

 

Di Marco Stella, Rio de Janeiro

Portale dei Lombardi nel Mondo

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020