Consiglio regionale lombardo ed Europa per un lavoro comune — Lombardi nel Mondo

Consiglio regionale lombardo ed Europa per un lavoro comune

Confronto costante con il Parlamento di Strasburgo sui temi legislativi di comune interesse, dimensione europea delle politiche, valorizzazione del ruolo dell’Assemblea legislativa della Lombardia.

Confronto costante con il Parlamento  di Strasburgo sui temi legislativi di comune interesse, sensibilizzazione ad una dimensione europea delle politiche, valorizzazione del ruolo dell’Assemblea legislativa della Lombardia. Questi i punti di riferimento di un percorso  che l’Ufficio di Presidenza del Consiglio ha iniziato oggi, attraverso un incontro con i parlamentari europei lombardi

Il Consigliere Segretario Carlo Spreafico, delegato della Presidenza ai rapporti con l’Europa, ha spiegato che l’incontro è stato solo il passaggio iniziale di un tragitto che si sta costruendo per garantire  consultazioni costanti con il Parlamento europeo su tutti i temi legislativi cui la Lombardia abbia interesse, che spaziano dai sistemi viabilistici e industriali, all’ambiente, all’agricoltura, alla caccia

Questo obiettivo – ha spiegato Spreafico – deriva direttamente dallo Statuto di Autonomia della Lombardia e dal nuovo regolamento del Consiglio, che prevede una sessione dedicata ai temi europei  da tenersi entro il 31 marzo, ed è un passaggio importante per la realizzazione degli accordi di Lisbona per la crescita “dal basso “ della legislazione europea. L’iniziativa avrà  anche l’effetto di rafforzare la presenza, la visibilità e il contributo della nostra Assemblea legislativa. Chiederemo alla Giunta, ha aggiunto il Consigliere Segretario, che il Consiglio abbia una sua sede presso la “Casa della Lombardia” della delegazione  di Bruxelles

Per quanto riguarda le politiche – ha continuato Spreafico citando uno fra i temi  a suo parere significativi –  si dovrà ragionare  sulla legislazione per la montagna e lavorare, con tutti i parlamentari europei del Nord Ovest, per la creazione di un distretto europeo per la montagna “.

 Dare slancio al Consiglio e aprire uno spazio perché il Parlamento lombardo possa giocare un ruolo determinante” ha sintetizzato il Presidente Davide Boni nel suo saluto iniziale.
All’incontro, che ha gettato anche le basi organizzative per i successivi,  erano presenti gli europarlamentari Gabriele Albertini, Mario Mauro, Cristiana Muscardini e Patrizia Toia (nella foto con Boni, Spreafico, Nicoli Cristiani e Penati).

Hanno partecipato ai lavori i Vicepresidenti del Consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani e Filippo Penati, il Presidente della Commissione Affari Istituzionali Sante Zuffada ed il Sottosegretario della Regione Lombardia Paolo Alli.

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020