Flangini & Minnelli, il cinema dipinto — Lombardi nel Mondo

Flangini & Minnelli, il cinema dipinto

Si terrà dal 15 Marzo al 15 Aprile presso l’auditorium dell’Ambasciata d’Italia a Washington la mostra dedicata all’artista italiano

La mostra “Flangini & Minnelli Il cinema dipinto”, dedicata alle opere realizzate da Giuseppe Flangini sul set di “Lust for Life”, rappresenta un’occasione originale per far conoscere e apprezzare negli Stati Uniti l’opera di uno stimato artista italiano. Grazie alle sue doti, Flangini fu scelto come pittore ufficiale per testimoniare le riprese di un film dedicato ad un artista ancora piùillustre, Van Gogh, documentando il lavoro dei tanti professionisti coinvolti e consentendoci di ripercorrere le diverse fasi di realizzazione dell’opera. Oltre a promuovere un esponente illustre della nostra tradizione pittorica, la mostra ha il pregio di evidenziare le interazioni positivetra diverse forme d’arte e le influenze reciproche tra artisti diversi per formazione e provenienza culturale. E’ notizia particolarmente lieta che l’evento sia realizzato in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Washington, a testimonianza dell’impegno con cui la diplomazia italiana coltiva quotidianamente le relazioni culturali e valorizza l’immagine del nostro Paese nel mondo.

La realizzazione presso l’Ambasciata d’Italia a Washington di questa importante mostra permette al pubblico americano della capitale – per la prima volta – di conoscere e ammirare le operedel grande pittore italiano, Giuseppe Flangini. Un artista che ha vissuto gran parte della sua vita immerso nella quiete della sua Verona, da cui riusciva però a restare in contatto con personalitàtra le più interessanti della scena a lui contemporanea, da Arturo Martini a Carrà, da Aligi Sassu a Ensor. Questa mostra americana si presenta quindi come un omaggio, oltre che al pittoreGiuseppe Flangini, alla laboriosa provincia italiana che in vari modi – dall’export del “made in Italy” alle proposte artistiche – dimostra di saper trovare le energie per affrontare a livello localele sfide economiche e di identità di un mondo ormai globale. L’iniziativa si pone inoltre come un’ulteriore cartina di tornasole della significativa cooperazione culturale che caratterizza il rapporto tra Italia e Stati Uniti. La cultura e l’arte costituiscono infatti da sempre un elemento cruciale della nostra amicizia con l’America. Non soltanto perché sono componente fondamentaledella politica estera italiana. Né solo in quanto occupano uno spazio privilegiato nella società e nell’economia degli Stati Uniti. La verità è che alla base dell’amicizia tra Roma e Washingtonvi è un legame ideale e culturale unico e antico. Un dialogo che affonda le sue radici nei valori trasmessi dal Rinascimento e dall’Illuminismo, riflessi poi nei punti di contatto esistiti trapensatori del Risorgimento e Padri fondatori della nazione americana. È la consapevolezza di questa comune eredità che fa da sfondo alla nostra intensa e felice cooperazione bilaterale, nutrendola grande ammirazione che molti americani hanno per la cultura dell’Italia in tutte le sue forme e manifestazioni. La mostra su Flangini si inserisce in questa cornice e arricchiscedi un nuovo tassello i suoi contenuti. Le opere esposte suggeriscono una fruttuosa interazione tra Cinema e Pittura, così come Italia e Stati Uniti collaborano e operano insieme su molti fronti,in nome di valori e obiettivi comuni.

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020