Una darsena sul lago, via libera dalla giunta — Lombardi nel Mondo

Una darsena sul lago, via libera dalla giunta

CURTATONE A primavera si costruirà il porticciolo nell’area di Fondo Ostie. Saranno ormeggiate le unità navali dedicate alla manutenzione della riserva

Un progetto in cantiere dal 2012 e che entro questa primavera verrà concretizzato: a Curtatone, nell’area di Fondo Ostie, sarà realizzata una nuova darsena per l’approdo destinato alle barche attrezzate per la manutenzione dei laghi di Mantova e della riserva delle Valli del Mincio. Si tratta di un’opera da circa 120mila euro, oggetto di un protocollo d’intesa siglato quattro anni fa da diversi enti tra cui il Comune, la Provincia, il Parco del Mincio, stazione appaltante, e l’azienda ospedaliera Poma, proprietaria di quasi tutta l’area che si trova dall’altro lato del Gigante.

«La giunta ha approvato il progetto promosso dal Parco per la realizzazione di una darsena destinata a ospitare le unità navali attrezzate per la manutenzione del Lago superiore e delle Valli del Mincio – dichiara l’assessore Ivan Fiaccadori – l’intervento non penalizzerà la viabilità del nucleo abitativo di Fondo Ostie, in quanto è stato previsto un accesso dedicato ai mezzi del Parco».

La darsena non sarà infatti aperta ai privati. «In questi giorni cominceranno i lavori con le prime operazioni di sfalcio e rimozione delle biomasse lacustri, ad esempio alghe e canne, interventi che servono a favorire il deflusso delle acque e limitare la proliferazione di vegetazione che va a soffocare il lago. L’operazione – sottolinea – è un esempio di sinergia tra enti pubblici e il servizio sarà finalizzato alla salvaguardia del patrimonio naturale e paesaggistico del Mincio». Il cantiere dovrebbe chiudersi con la primavera. «È un’opera pubblica da 120mila euro finanziata dal Parco – prosegue Fiaccadori – Il tutto dovrebbe essere eseguito entro la fine della primavera. In un primo momento verrà pulita l’area dalla vegetazione in eccesso e poi verrà fatta una sistemazione paesaggistica con la messa a dimora di altre piante che non intralcino i mezzi che dovranno muoversi nella darsena, che sarà comunque di dimensioni abbastanza contenute». Al nuovo punto di appoggio approderanno quindi le barche adibite alla pulizia dei laghi e delle valli.

«La Provincia aveva cercato una collocazione vicino a Fondo Ostie ma non aveva trovato nulla, quindi è stato deciso per fare l’intervento in questa zona, che sostituirà l’approdo di Belfiore anche per questioni di comodità». Dopo quattro anni gli enti coinvolti daranno così gambe al protocollo d’intesa del 2012. «Tra i vincoli imposti dal Patto di stabilità, la preparazione del progetto – firmato dall’architetto Enzo Donzellini – e il reperimento dei finanziamenti i tempi si sono allungati, ma ora siamo arrivati ad una conclusione».

fonte: la gazzetta di mantova

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020