In Franciacorta, l’impegno per la promozione del made in Italy è una missione, anche culturale

di Ketty Carraffa

Mi capita spesso di promuovere il Made in Italy e ora, ancora di più, dobbiamo impegnarci a farlo tutti, ognuno nel nostro ambito lavorativo.

La divulgazione delle bellezze del nostro Paese, messa in campo specialmente in questo periodo traumatico, necessita particolare attenzione e continuità. Fortunatamente, vi sono artisti, donne e uomini di Cultura, imprenditori e imprenditrici, che, nonostante le numerose difficoltà dovute alla crisi sanitaria ed economica conseguente, mantengono la loro grande professionalità ed energia, per cercare di risollevare le sorti del nostro Turismo, anche enogastronomico, in Italia e nel mondo.

Nel territorio lombardo, vi è un’eccellenza del “gusto” e anche culturale, che prova a mettere in campo tutte le forze e energie necessarie, per raggiungere tale scopo.

Mariuccia Ambrosini

Dopo la settima Crociera del Gusto, organizzata nel mese di luglio sui laghi di Mantova, con le Motonavi Andes Negrini, dove ha presentato il programma annuale degli eventi, la vulcanica Mariuccia Ambrosini, imprenditrice del vino nel territorio di Franciacorta, organizza per il 5 settembre, presso il Castello di Bornato (BS), la prima edizione del Premio letterario nazionale e di Cultura Franciacorta, con il patrocinio de Comune di Cazzago San Martino e la Provincia di Brescia. Il Premio è stato istituito da un gruppo di scrittori, poeti, saggisti, artisti e giornalisti, per valorizzare il territorio della Franciacorta e una giuria sceglierà una volta l’anno il libro o l’autore da premiare, che presenterà la sua opera in una libreria di Brescia.

Madrina della manifestazione è Pia Donata Berlucchi ed è stato anche creato un Comitato d’Onore, che raccoglie figure istituzionali del territorio e personalità della cultura, amanti delle tradizioni della Franciacorta, con i suoi paesaggi, beni artistici e ambientali, passando dalla grandiosità della viticultura sino al rapporto vino e mondo letterario/artistico/cinematografico.

Alcuni nomi del Comitato d’Onore: Attilio Visconti, Prefetto di Brescia, la Contessa Maria Luisa Orlando, il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi, Eliana Bordogna, Uff. Stampa Provincia di Brescia, il Sindaco di Cazzago San Martino, Antonio Mossini, Tina Leonzi, Presidente MOICA. Daniele Marconcini, Presidente Associazione Lombardi nel Mondo, Mario Ridolfo, Presidente della Federazione Associazioni siciliane in Lombardia, e Francesco Pasini Inverardi, Sindaco di Passirano e Presidente ”Terre di Franciacorta”.

Mariuccia Ambrosini, grande lavoratrice e organizzatrice, da sempre coinvolge varie realtà di questo fortunato e rinomato territorio italiano, per portare a conoscenza della produttività del luogo, il maggior numero di persone, quelle attente alla Cultura e alla Storia che producono “bellezza” in ogni ambito, anche in abbinamento alla degustazione dei prodotti tipici locali, dai salumi, ai formaggi, al caffè, naturalmente finemente abbinati ai vini famosi nel mondo.

Dalla “mission” che punta a: “Ripartire dall’accoglienza in cantina, in vigna e nel territorio”, si giunge a una prospettiva di futuro turistico con l’obiettivo di promuovere attività culturali ed eventi made in Franciacorta ed esportabili ovunque, con il punto d’arrivo che potrebbe essere rendere il territorio Franciacorta, Patrimonio dell’Unesco.

La prima edizione del Premio letterario, con inizio alle 15,30, nel Castello di Cazzago San Martino, vedrà la Cerimonia di premiazione, momenti di musica, la lettura di brani del libro premiato, la presenza dei sommeliers Ada Sinigallia e Michele Pigozzo, con la partecipazione di 18 cantine di Franciacorta e aziende alimentari tipiche per le degustazioni, per allietare gli ospiti in una giornata diversa d’incontro tra cultura, turismo e divertimento. Tra i partner della giornata, oltre alle cantine e le aziende agroalimentari: la Consulta “Lombardi nel Mondo” e l’associazione “Mantovani nel Mondo”, che portano avanti vari progetti regionali sul “turismo di ritorno”, rivolto ai nostri emigranti e a i discendenti all’estero, per valorizzare i nostri territori, rendendo importanti le alleanze produttive e culturali, anche dal punto di vista gastronomico e vinicolo, che rilanciano un’Italia turistica che ha bisogno di riprendere al più presto il suo ruolo nel mondo.

Tante sono le iniziative in programma per il prossimo autunno: il 19 e il 20 settembre, in occasione del Festival Franciacorta, le cantine apriranno le loro porte con eventi, pic nic tra i filari e degustazioni all’aria aperta, la progettazione delle visite didattiche nelle vigne, e, dal 11 al 18 ottobre, è in programma la crociera “Degustando il Franciacorta” tra musica, poesia e arte con un itinerario tra le isole greche…

Le donne e gli uomini del Made in Italy, che hanno a cuore il nostro futuro e il mantenimento dei nostri valori e competenze, riconosciuti nel mondo, sono, come dice Mariuccia: “Un’emozione, uno stile di vita”, che ha solo bisogno, in questo preciso momento, di essere guidato e valorizzato dalle persone giuste, che sanno cogliere le nuove opportunità, anche se in un momento così difficile per tutto il mondo…

 

Cerimonia del “Premio Nazionale Letterario e di Cultura Franciacorta”

  • Sabato 5 Settembre 2020 presso il Castello di Bornato (BS);
  • ore 15.30, presso Sala dei Pavoni: saluto delle autorità e premiazione vincitore ;
  • ore 17.30: brindisi con l’autore.
  • la madrina Pia Donata Berlucchi, converserà con lo scrittore;
  • l’incontro sarà allietato da momenti musicali, seguiranno degustazioni di Franciacorta in abbinamento a prodotti tipici;
  • il Franciacorta sarà servito da sommelier.