Il Gonfalone di San Marco alla comunità di Santa Caterina in Brasile — Lombardi nel Mondo

Il Gonfalone di San Marco alla comunità di Santa Caterina in Brasile

L’amato Patrono veneto simbolo di splendore per oltre mille anni con la Repubblica Serenissima viene ricordato ogni anno nella Marcia “Da San Marco a San Marco”, staffetta che nasce dall’idea dell’Associazione Veneto Nostro – Raixe Venete, in collaborazione con la Regione del Veneto

e che rientra fra le celebrazioni della Festa del Popolo Veneto istituita dalla Regione del Veneto per il 25 marzo.

Ieri alla Festa dei Veneti di Cittadella, in provincia di Padova, il Gonfalone è stato consegnato all’associazione Veneti nel Mondo per essere portato alla comunità veneta di Concordia, nello Stato brasiliano di Santa Caterina.

Aldo Rozzi Marin, presidente dell’associazione Veneti nel Mondo, con sede a Camisano Vicentino, ha parlato a nome degli oriundi veneti. “Un grande onore e responsabilità per me rappresentare spiritualmente quel mondo”, ha detto, “avanguardia di civiltà, esempio di lavoro e sacrifici, di gente che in molti casi vivendo all’estero si sente più in Patria di noi. Siamo qui”, ha continuato, “e ringrazio per l’invito, per una scelta in favore della nostra identità, fatta di lingua, territorio, esperienze e memorie comuni. Identità che vogliamo risvegliare sempre di più. Questa è la funzione di questa festa. La nostra, come associazione, è di risvegliare e far conoscere l’identità veneta nel mondo”.

Rozzi Marin ha poi menzionato il Circolo dei Veneti nel Mondo di Concordia e lo Stato di Santa Caterina, ricordando la raccolta fondi a favore delle popolazioni alluvionate dello Stati Santa Catarina nel dicembre 2008. Quindi, in vista della missione con il gonfalone, ha aggiunto: “Noi siamo qui per sventolare in alto la nostra bandiera! La bandiera del Nostro Santo Patrono! La bandiera di San Marco! Segno della nostra fede cristiana, che si esprime anche nei campanili, nei capitelli, nelle processioni, nei pellegrinaggi, nelle feste paesane, nei crocifissi delle scuole e nell’attività di volontari impegnati in tanti ambiti sociali”. Per il presidente dei Veneti nel Mondo, “questo ossigeno necessario per le nostre anime deve essere preservato! Questa è la nostra fede, quella che ci permette di lavorare tutto l’anno e di essere tenaci nella difesa delle nostre idee. Quella fede che ci mantiene vivi e saldi nelle nostre radici. Siamo qui”, ha proseguito, “per onorare il nostro passato e testimoniare il nostro mutuo legame, anche con i veneti presenti in tutto il mondo. Abbiamo, insieme, le risorse e la voglia di costruire il futuro. Prendiamo questa strada ed evitiamo che le nostre imprese e i nostri giovani talenti debbano emigrare per avere una prospettiva”.

Presente alla Festa anche Adriano Fiorese dell’associazione Veneti nel Mondo di Colombo, nello Stato di Parana, in Brasile, associazione che ha ricevuto il gonfalone della Marcia “Da San Marco a San Marco” nel 2011, che ha letto un saluto dell’associazione in “Talian”, la lingua veneta del Brasile.

Fonte: (aise)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020