Il Beato Giovanni Battista Scalabrini, Pastore e Profeta della Chiesa Pellegrina

                                                             

 

Diventerà presto Santo il vescovo Mons. Giovanni Battista Scalabrini, vescovo di Piacenza dal 1876 al 1905, proclamato beato da Giovanni Paolo II esattamente 25 anni fa. Lo ha annunciato sabato 21 maggio la Sala Stampa vaticana precisando che “non si tratta di una canonizzazione equipollente in quanto ci sarà una cerimonia formale, ma con la dispensa dalla prassi del riconoscimento del secondo miracolo, come avvenuto per Papa Giovanni XXIII”.
“La scelta – si legge ancora nel testo vaticano – emerge dall’udienza concessa oggi dal Papa al cardinale Semeraro, prefetto delle Cause dei Santi, approvati i voti favorevoli della sessione ordinaria dei cardinali e vescovi membri del Dicastero. La data della canonizzazione sarà annunciata in occasione del Concistoro”.
Nel pomeriggio del 21 maggio si sono ritrovati nella Cattedrale di Piacenza attorno all’urna che custodisce il corpo di Mons. Scalabrini alcuni religiosi Scalabriniani e Scalabriniane insieme al vescovo mons. Adriano Cevolotto.
“L’annuncio – ha commentato mons. Cevolotto – è stato una sorpresa. Da tempo molti Vescovi avevano inoltrato al Papa la richiesta della canonizzazione di Mons. Scalabrini perché il Papa stesso non attendesse il riconoscimento del secondo miracolo vista l’attualità del suo carisma nei confronti del tema delle migrazioni .

Mercoledì 1 giugno alle ore 18.30 in Cattedrale mons. Adriano Cevolotto ha celebrato una S. Messa nell’anniversario della morte del padre dei migranti il vescovo Gian Battista Scalabrini. Una delegazione dell’Associazione Mantovani nel Mondo-Lombardi nel Mondo, guidata dal Presidente  Daniele Marconcini,  accompagnato da Marco Venturini, Pietro Savoldi e Bruna Mazzonetto, ha partecipato alla celebrazione ricordando nel contempo l’opera pastorale  del Beato Scalabrini con  la fondazione  di due Congregazione ed un’Associazione Laicale, questo   per allargare  l’attività, inizialmente dedicata solo agli italiani, a tutte le nazioni ove la migrazione italiana  era diventata un fatto universale e non limitata nel tempo.

Era presente anche Ambra Garancini Presidente di Iubilantes di Como della Rete dei Cammini.

Per l’ occasione Don Mario Toffari, a nome dell’ Ordine degli Scalabriniani, ha donato delle pubblicazioni storico-religiose al Fondo Archivistico- Documentale della Associazione Mantovani nel Mondo, depositato presso la Biblioteca Comunale “Gino Baratta“ di Mantova.

https://youtu.be/8eFi3amYz30



















sabato 25 Giugno, 2022