Quattro progetti di infrastruttura in Argentina con tecnologia italiana — Lombardi nel Mondo

Quattro progetti di infrastruttura in Argentina con tecnologia italiana

Quattro progetti di infrastruttura in Argentina, con finanziamento dell’Unione Europea e tecnologia italiana, sono stati annunciati durante una riunione in Ambasciata d’Italia a Buenos Aires

BUENOS AIRES – “Quattro progetti di infrastruttura, da realizzarsi in Argentina, con finanziamento dell’Unione Europea e tecnologia italiana, sono stati annunciati pochi giorni fa, durante una riunione che si è svolta nell’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires.

 

Presenti all’incontro l’ambasciatore Stefano Ronca, che nelle prossime settimane lascerà l’Argentina per insediarsi a capo della Direzione Generale per la Cooperazione politica multilaterale ed i diritti umani, l’on. Giuseppe Angeli, che era accompagnato dalla gentile consorte Lidia, e il console generale d’Italia a Buenos Aires Giancarlo Curcio. Erano presenti inoltre il deputato provinciale Julián Dominguez, in rappresentanza del presidente della Camera dei Deputati della Provincia di Buenos Aires Horacio González; la deputata provinciale Alicia Tabares e Gerardo De Fazio, segretario ai rapporti internazionali della Camera dei Deputati della Provincia di Buenos Aires. Presenti infine i sindaci di Olavarria Helios Eseverri e di General Alvarado Patricio Hogan. Presenze legate ai progetti annunciati dalla dott.ssa Claudia Bergomi, coordinatrice dei progetti per la Società svizzera San Marco”. A fare un resoconto dell’incontro è la “Tribuna italiana”, settimanale diretto a Buenos Aires da Marco Basti.

“In estrema sintesi i progetti sono per la costruzione di un aeroporto a Olavarría, per la costruzione di un laboratorio di specialità medicinali, anch’esso a Olavarria, di un nuovo porto a Campana e di un porto a Miramar, “partido” di General Alvarado. Come ha spiegato Bergomi, l’Unione Europea ha già approvato i fondi per finanziare i progetti, la tecnologia per la costruzione delle citate opere è italiana e il passo che ora è stato annunciato è lo studio della fattibilità tecnica in ognuno dei posti citati. In questi giorni arriveranno i tecnici.

Parlando dei rapporti tra l’Italia e l’Argentina, l’ambasciatore Ronca ha ricordato che c’è una intensa cooperazione in diversi campi e a modo di esempio, ha sottolineato la collaborazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana e la “Comisión Nacional de Investigaciones Espaciales” nello sviluppo e la gestione del progetto Siasge di rilevamento satellitare del territorio. L’Argentina, ha detto Ronca, deve sedurre gli investitori, perché ci sono fondi e ci sono progetti, sui quali investire.

Da parte sua l’on. Angeli ha ricordato che queste iniziative, delle quali si è reso promotore, nascono durante l’incontro del presidente della Camera dei Deputati italiana Gianfranco Fini e il presidente della Camera dei Deputati della Provincia di Buenos Aires González. L’on. Angeli ha detto che è impegnato nel promuovere gli investimenti verso l’Argentina ed ha ricordato che fa parte del gruppo di parlamentari italiani amici dell’Argentina, di cui fanno parte oltre duecento deputati e senatori italiani.

Quindi ha parlato il deputato Dominguez. Da sottolineare che l’on. Dominguez, nei giorni successivi, è stato nominato ministro per l’Agricoltura del governo del presidente Cristina Kirchner. Per questo motivo le sue parole hanno un particolare rilievo. Domínguez ha detto che i parlamentari italiani residenti in Argentina devono diventare ponti tra i due Paesi, nostro legame e i nostri portavoci presso i colleghi del Parlamento italiano e delle legislature regionali, in un momento dei rapporti tra i due Paesi che è molto difficile. “Chiediamo comprensione e che ci aiutino a superare il momento difficile che stiamo vivendo”, ha detto il deputato, oggi ministro per l’Agricoltura”. (aise)

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020