Relazioni internazionali, Formigoni incontra Corea, Albania e Slovenia — Lombardi nel Mondo

Relazioni internazionali, Formigoni incontra Corea, Albania e Slovenia

Al centro dei colloqui Expò, relazioni commerciali e realizzazione di infrastrutture

 Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha ricevuto a Palazzo Pirelli l’ambasciatore della Repubblica di Corea, Kim Young-Seok. Al centro del colloquio l’Expo che il Paese asiatico ospiterà nel 2012 e lo sviluppo delle relazioni e degli scambi economico-commerciali. Proprio nell’ottica di incrementare la partnership, l’ambasciatore ha ricordato che in seguito all’accordo di libero scambio siglato con l’Unione Europea e che entrerà in vigore a luglio, il Governo coreano ha scelto proprio Milano come destinazione dove inviare, verosimilmente in primavera, una propria delegazione di ministri e imprenditori per illustrare le possibilità di investimento che offre il loro Paese. Formigoni ha garantito “tutta la collaborazione lombarda per favorire la crescita dell’interscambio con un Paese che ha una delle più floride economie di quell’area”. Formigoni ha anche chiesto all’ambasciatore una collaborazione per coinvolgere anche un rappresentante della realtà coreana nel “World Regions Forum” (l’assise cioè delle Regioni più forti a livello mondiale). “E’ un altro importante passo – ha concluso Formigoni – che stiamo facendo nel processo di internazionalizzazione della Lombardia”.

 

A distanza di due anni dalla missione in Albania in occasione della prima edizione del forum economico italo-albanese tenutosi a Milano, Formigoni ha dato avvio ai lavori insieme al primo ministro albanese Sali Berisha e a tante altre autorità tra cui il vice ministro albanese dell’Economia Eno Bozdo, l’ambasciatore albanese in Italia Llesh Kola e l’ambasciatore italiano a Tirana Saba D’Elia.

Si stringono ulteriormente, dunque, i rapporti tra l’Italia e l’Albania grazie alla Lombardia: 85 gli imprenditori albanesi presenti all’appuntamento milanese, 550 quelli lombardi. Per loro una giornata fitta di incontri di lavoro calendarizzati da Promos e molto attesi dalla Repubblica albanese, che ha nell’Italia il primo partner commerciale. “Tessere la rete di relazioni internazionali – ha detto Formigoni all’apertura del Forum lombardo – è per noi ragione di vita e di progresso. Sono i nostri cittadini ad avere, nel loro dna, la vocazione a stabilire e sviluppare relazioni internazionali. Regione Lombardia ha accompagnato e sostenuto questa vocazione all’internazionalizzazione, convinti, come siamo, che in un mondo sempre più globalizzato occorre avere una fittissima rete di relazioni con amici, popoli, imprenditori, sistemi economici e culturali”.

La Lombardia – rimarca Formigoni al primo ministro Berisha, ex presidente della sua nazione – ha una vocazione internazionale indiscussa, confermata dal primato in Italia delle importazioni e delle esportazioni: “La nostra regione è la porta di ingresso e di uscita del Paese per le merci, con il 32 per cento dell’import nazionale e il 29 per cento dell’export nazionale. La Lombardia è anche la destinazione principale dei capitali esteri diretti nel nostro Paese: oltre il 60 per cento degli investimenti in entrata fa rotta qui. Vogliamo continuare a costruire una rete di relazioni e di rapporti istituzionali con le nazioni e le regioni amiche, per creare le condizioni, affinché sempre più investitori stranieri vengano a lavorare e a creare lavoro in Lombardia”.

All’interno di questo quadro di relazioni internazionali si colloca il rapporto tra la Lombardia e l’Albania, “interlocutore – ricorda Formigoni – importante”. In primo luogo la comunità albanese presente in Lombardia non solo costituisce una delle comunità straniere più numerose (la terza in termini assoluti), ma “è la prima per componente studentesca e universitaria, il che significa che la presenza albanese in Lombardia è di qualità”. In secondo luogo l’interscambio commerciale “non ha conosciuto flessioni neppure nel periodo di congiuntura economica negativa”. Questi due aspetti sono stati corroborati negli anni recenti da numerose occasioni per rafforzare i rapporti istituzionali: tra le altre, oltre alla missione del 2008, Formigoni cita l’incontro con la presidente del Parlamento albanese Josefina Topalli, avvenuto lo scorso dicembre a Palazzo Pirelli. Regione Lombardia ha, infine, “promosso e finanziato 17 progetti di cooperazione allo sviluppo in Albania dal 2001 al 2010, che si sono realizzati con soddisfazione di entrambe le parti”.

Al Forum non si è parlato solo di business. Formigoni, al centro del suo intervento, ha  anche dato il sostegno al percorso europeo dell’Albania. “Sottoscrivo positivamente – ha detto – la decisione recente di Bruxelles di liberalizzare i visti, vero e proprio messaggio di incoraggiamento e stimolo al Governo e all’opinione pubblica albanesi, che possono ora guardare all’Europa con crescente fiducia e con speranza. Noi popoli europei dobbiamo lavorare con il Governo e le istituzioni dell’Albania, perché all’intera area balcanica occidentale sia offerta una prospettiva di sviluppo, che porti alla futura adesione alla casa comune europea, cui questi Paesi naturalmente appartengono. Anche su questo versante il Forum economico di oggi a Milano rappresenta una tappa ambiziosa”.

Tappa al Pirellone anche per il presidente della Repubblica di Slovenia, Danilo Turk, in visita di Stato in Italia. Turk, accompagnato da una delegazione di operatori economici, è stato accolto dal governatore Roberto Formigoni per una colazione di lavoro nel piano più alto e panoramico del grattacielo Pirelli, il belvedere. ”E’ la prima visita di un capo di stato sloveno nel nostro Paese – ha precisato Formigoni – e sono molto lieto che il presidente Turk, dopo gli incontri a Roma, abbia deciso di venire a Milano e in Lombardia per completare la sua visita”. Il presidente della Lombardia ha ricordato che ”la Slovenia e’ entrata da poco nell’anno della celebrazione del ventennale dell’indipendenza e oggi e’ un Paese pienamente integrato nelle istituzioni internazionali, a partire dall’Unione Europea. E’ un paese con cui Italia e Lombardia vogliono consolidare rapporti di amicizia”. Una visita, quella del presidente sloveno, ”che ha ovviamente risvolti economici e per questo – ha chiarito Formigoni – ho voluto invitare rappresentanti della comunità economica lombarda”. In particolare, come ha evidenziato Turk, gli ambiti di collaborazione spaziano, tra l’altro, dalle infrastrutture di collegamento a quello dell’energia ”perche’ il futuro sviluppo dell’Europa – ha detto – dipende anche da questi comparti”

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020