Invasione dell’Ucraina – diario di guerra notte del 25 febbraio

dal corrispondente

della Consulta dei Lombardi nel Mondo

Venerdì 25 febbraio – ore 21

Forze armate russe sarebbero a 50 km dal centro di Kyiv. Continuano i combattimenti nelle periferie della capitale (fonti britanniche e internazionali).

Attacco della Marina russa alla città di Mariupol, cruciale per collegare il Donbas alla Crimea (fonti internazionali).

– I russi starebbero per prendere il controllo della città di Kherson, nel sud del paese (fonte municipio locale).

Forze ucraine continuano a respingere i russi a Kharkiv e sul fronte orientale.

 

Venerdì 25 febbraio – ore 22

Spari di artiglieria avvertiti nella capitale Kyiv. Si aspetta una notte di combattimenti per il controllo della capitale (fonte Reuters).

Oltre a essere a pochi chilometri dal centro di Kyiv, l’esercito russo sta circondando la capitale anche da sud. Sul fronte orientale, gli ucraini tengono il passo a Kharkiv (fonti britanniche e internazionali).

Continua l’offensiva russa nella città costiera di Mariupol. Quasi certa la presa della città di Kherson nel sud-ovest (fonti locali).

La NATO ha attivato la Forza di Reazione Rapida per la prima volta dalla sua creazione (2014). 5 mila soldati, capitanati dalla Francia col supporto della Germania, sono pronti a coprire posizioni nell’est dell’Unione Europea (fonti internazionali).

Un convoglio di aiuti militari polacco è arrivato in Ucraina. Il convoglio, mantenuto segreto per evitare di finire sotto il fuoco russo, è composto da dozzine di camion carichi di droni Kamikaze “Warmate” (fabbricati in Polonia), artiglieria, fucili e pistole di ordinanza (fonte Governo Polonia).

Condividi