Italia-America Latina: presentato il programma del vertice mondiale — Lombardi nel Mondo

Italia-America Latina: presentato il programma del vertice mondiale

Milano ospiterà il 12 e il 13 giugno la VII Conferenza Italia-America Latina e Caraibi. Lo ha annunciato il Sottosegretario Mario Giro, durante la conferenza stampa che si è svolta stamane
Italia-America Latina: presentato il programma del vertice mondiale

Mario Giro, sottosegretario agli Esteri

ROMA – È stato presentato alla Farnesina il programma della VII Conferenza Italia-America Latina e Caraibi, che si terrà a Milano il 12 e il 13 giugno presso la Sede della Regione Lombardia e il Palazzo Italia dell’Esposizione Universale di Milano. La conferenza stampa è stata tenuta dal Sottosegretario agli Affari Esteri, Mario Giro, e dal Segretario generale dell’Istituto Italo latinoamericano (IILA), Giorgio Malfatti. “L’Italia torna in America Latina con forza”, ha dichiarato Giro parlando delle relazioni bilaterali e del ruolo centrale del nostro paese.

La portata dell’evento. “Per una visione comune” è il titolo scelto per quella che si presenta come un’occasione senza precedenti: la VII Conferenza Italia-America Latina e Caraibi non vedrà solo la partecipazione dei rappresentanti ministeriali  –  15 in tutto  – , ma anche quella dei Presidenti della Bolivia, Evo Morales, della Colombia, Juan Manuel Santos, dell’Honduras, Juan Orlando Hernández Alvarado, e probabilmente anche quella del Presidente del Messico, Peña Nieto, in visita ufficiale in quei giorni. Previsto per l’occasione l’intervento del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che in autunno si recherà nel subcontinente latinoamericano. Saranno presenti pure il Presidente del Senato, Pietro Grasso, il Ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni e l’Alto Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini.

Imprese e collettività: l’Italia in America Latina. Il vertice, a cui prenderanno parte anche i rappresentanti di alcune Banche di sviluppo regionali, rappresenta il momento culminante di una serie di accordi in ambito politico, culturale ed economico che il nostro paese intende rafforzare con l’America Latina. L’evento, a cadenza biennale, si concluderà con l’adozione di una Dichiarazione Finale, in cui verranno fissate le aree di cooperazione. Come dichiarato dal Presidente del Consiglio poche ore fa, “quello tra l’Italia e l’America Latina è un asse strategico”. Vicinanza culturale, storica e linguistica a parte, “imprese e collettività” sono i due punti chiave del ruolo svolto dall’Italia in questa parte del mondo.

Le priorità strategiche. Il Sottosegretario Giro, a questo proposito, ha citato il lavoro realizzato dalle imprese italiane, facendo riferimento all’Enel e alle aziende impegnate nell’ampliamento del canale di Panama. “Un’Italia delle eccellenze”, l’ha definita, a cui si richiede  –  a suo avviso  –  di esportare il modello economico delle piccole imprese, di collaborare in ambito scientifico, di assicurare maggiori scambi culturali tra gli studenti e, ancora, di contribuire alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, alla lotta al narcotraffico e alla realizzazione di uno sviluppo sociale sostenibile.

 

www.repubblica.it

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020