Lega Adriatica di basket. Budućnost e Zvezda vincono importanti scontri diretti

La prima contro la terza, la seconda contro la quarta, due pretendenti allo spareggio per evitare la retrocessione. Così, mercoledì 14 Aprile, vari recuperi di partite sospese per via del Covid hanno regalato una giornata ricca di emozioni cestistiche per la Lega Adriatica, il campionato di basket che raccoglie il meglio della pallacanestro ex jugoslava.

La prima delle sorprese, in termini di importanza per la classifica, è stata regalata dalla capolista Budućnost Podgorica, che, nel recupero della 6a giornata, è riuscita a disfarsi, senza difficoltà, dell’Igokea Laktaši, terza in classifica, arrivata in terra montenegrina in apparente riserva di energie.

A rendere sorprendente il risultato della squadra di coach Dejan Milojević, oltre alla portata della vittoria, 28 punti maturati con un secondo quarto chiuso sul 32:11, e poi ammistrato nel corso dell’incontro, è stata la capacità della capolista di avere mandato sugli scudi un giovane giocatore come la guardia tiratrice Fedor Žugić con 17 punti, seguito da altre due seconde linee: il play Petar Popović con 13 punti, e il centro statunitense Willie Reed con 12.

Con la vittoria, il Budućnost si porta ad una sola vittoria dalla sicurezza matematica del primo posto al termine della stagione regolare, che permetterà ai Plavi di disputare semifinali e finali col fattore campo a favore.

L’Igokea, invece, perde terreno nei confronti della Zvezda, ed ha ora nel consolidamento del terzo posto in classifica la sua priorità.

Emozioni di equilibrio ben differente ha, invece, caratterizzato l’altro scontro al vertice della serata tra la Crvena Zvezda di Belgrado e il Cedevita Olimpija Ljubljana: recupero della 11esima giornata, terminato con un finale a dir poco al cardiopalma.

Dopo un testa a testa a strappi durato tutta la partita, le due compagini si trovano appaiate sul 75 pari con una bomba della guardia ospite Luka Rupnik a 4 minuti e 48 secondi dalla fine, alla quale la Zvezda risponde con un layup del play Jordan Loyd. Quattro liberi a segno consecutivi portano il Cedevita a due lunghezze di vantaggio, che diventano tre dopo un solo libero segnato dal lungo biancorosso Dejan Davidovac, e dai due punti dalla linea della carità trovati dal play verdearancio Kendrick Perry.

Il capitano dei padroni di casa, Branko Lazić, mette a segno ancora un libero, e il suo compagno di squadra Corey Walden ne aggiunge due per la parità a 15 secondi dalla fine. Perry, marcato da Loyd, commette infrazione di passi, ed è costretto a fare fallo sul veterano della Zvezda Marko Simonović che, a due secondi dalla sirena finale, mette a segno un libero su due a disposizione, e fissa il risultato sull’82:81 in favore dei padroni di casa.

Con la vittoria, la Zvezda resta in scia del Budućnost al secondo posto, e stacca l’Igokea ponendo una vittoria di distanza dalla compagine di Laktaši.

La squadra di coach Dejan Radonjić, tuttavia, sarà chiamata già sabato ad una partita di rivincita in casa del Cedevita, a sua volta impegnato nel rincorrere il Mornar Bar per il quarto posto, con un calendario tuttavia abbastanza favorevole.

Ad aprire le danze della giornata, con emozioni simili a quelle di Belgrado, è stato il derby croato tra Zadar e Cibona Zagabria, valevole per la lotta per la salvezza.

Sotto di 2 punti, a 2 minuti e 45 secondi dalla fine, dopo una partita testa a testa a strappi, lo Zadar ritrova il vantaggio con tre triple e due liberi messi a segno da un play Dominik Mavra, particolarmente ispirato dal duello col rivale Roko Prkačin, che portano la compagine di coach Veljko Mršić a vincere in rimonta col punteggio finale di 97:92.

Con tale vittoria, de facto una rivincita della partita giocata a Zagabria quattro giorni prima, vinta dal Cibona, lo Zadar si pone a due vittorie dal 13esimo posto, valevole per i playout.

Inoltre, i Dalmati pongono una vittoria di vantaggio sul Cibona, ora chiamato a giocarsi la salvezza con Split, Borac Čačak e Krka Novo Mesto.

BUDUĆNOST VOLI – Igokea 92:64 (14:15, 32:11, 23:20, 23:18)

CRVENA ZVEZDA MTS – Cedevita Olimpija 82:81 (24:24, 28:27, 17:14, 13:16)

ZADAR – Cibona 97:92 (24:21, 33:20, 13:21, 27:30)

Classifica (vittorie, sconfitte, giocate)

Budućnost Podgorica 21 – 3 – 24
Crvena Zvezda Beograd 20 – 3 – 23
Igokea Laktaši 19 – 6 – 25
Cedevita Olimpija Ljubljana 17 – 6 – 23

Mornar Bar 17 – 7 – 24
Mega Beograd 14 – 11 – 25
Partizan Beograd 12 – 13 – 25
FMP Beograd 10 – 15 – 25
Zadar 9 – 16 – 25
Cibona Zagreb 8 – 15 – 23
Split 8 – 15 – 23
Krka Novo Mesto 7 – 16 – 23

Borac Čačak 7 – 17 – 24
Koper Primorska – squalificata

Matteo Cazzulani
@MatteoCazzulani

giovedì 15 Aprile, 2021