Lega Adriatica di basket. Doppio dispetto del Mornar al Budućnost: derby vinto e primo posto messo fortemente a repentaglio

I derby sono sempre imprevedibili, a volte anche con conseguenze importanti per la classifica finale. Nel recupero della 23esima giornata della Lega Adriatica di basket, il campionato che raccoglie il meglio della pallacanestro ex jugoslava, il Mornar Bar ha superato la capolista Budućnost Podgorica, vincendo non solo il derby del Montenegro, ma anche una partita fondamentale per la classifica finale.

A decidere la partita sono stati gli ultimi minuti del secondo quarto, quando, a 1 minuto e 15 secondi dalla pausa lunga, il play statunitense Jacob Pullen segna i 2 punti del sorpasso Mornar dopo avere recuperato un rimbalzo su un proprio errore precedente. Una dimostrazione di carattere, che la guardia statunitense ripete 30 secondi più tardi, con una tripla che manda gli ospiti sul più due di vantaggio.

L’ennesima bomba, questa volta messa a segno dall’altra guardia USA dei padroni di casa, Derek Needham, vanifica una tripla realizzata nell’azione precedente dall’esterno ospite Amedeo Della Valle, e manda le squadre negli spogliatoi sul 57:55. Da questo momento, la compagine di Coach Mihailo Pavićević mantiene e amministra il controllo della partita, fino al 100:92 finale.

Con tale risultato, il Budućnost si vede raggiungere dalla Crvena Zvezda al primo posto in classifica, con 21 vittorie, ma con la compagine di Belgrado con una sconfitta e una partita in meno rispetto ai Plavi.

Nonostante possa ancora contare su una vittoria a tavolino sulla squalificata Koper Primorska nell’ultima giornata, il Budućnost rischia ora di perdere lo status di capolista qualora la Zvezda dovesse vincere entrambe le partite ancora in calendario.

Il Mornar, dal canto suo, soprassa il Cedevita Olimpija Ljubljana al quarto posto, e conquista la posizione in classifica che garantirebbe alla compagine di Bar l’ultimo posto disponibile nei playoff.

Ciononostante, per assicurarsi un posto alle semifinali, il Mornar è chiamato a battere in trasferta l’Igokea Laktaši (terza forza del campionato), e sperare in almeno una sconfitta da parte del Cedevita nelle prossime due partite.

A favorire la situazione in classifica di Crvena Zvezda e Mornar è stata anche la vittoria che la compagine di Belgrado ha ottenuto, in trasferta, in contemporaneità col derby di Montenegro, sul già citato Cedevita.

L’incontro, recupero della 24esima giornata, oltreché rivincita ravvicinata dello scontro diretto che, pochi giorni prima, ha visto la Zvezda, in casa, vincere all’ultimo secondo su Ljubljana, è stato controllato, senza particolari problemi, dalla compagine di Dejan Radonjić.

Dopo un primo quarto chiuso in svantaggio sul 23:20, la Zvezda ha saputo piazzare un parziale di 12:2 che ha permesso agli ospiti dapprima di andare alla pausa lunga sulla doppia cifra di vantaggio (32:44) e, successivamente, di amministrare il risultato senza patemi, fino al 72:89 finale. A trascinare la Zvezda sono stati il play statunitense Jordan Loyd con 18 punti, e l’esterno Ognjen Dobrić con 12.

Per la Zvezda, la vittoria rappresenta un importante passo in avanti verso la conquista del primo posto.

Con due trasferte ancora da recuperare, contro Krka Novo Mesto e Zadar, entrambe impegnate nella lotta per la salvezza, la compagine di Belgrado ha la possibilità di concludere la stagione regolare da capolista in caso di doppia vittoria.

Per quanto riguarda il Cedevita, la corsa per i playoff resta aperta, anche e sopratutto in virtù delle due partite rimaste da disputare: in trasferta contro il Cibona Zagabria, e in casa contro il Mega Belgrado.

In caso di doppia vittoria, Ljubljana aggancierebbe il Mornar al quarto posto, e lo supererebbe per via della migliore differenza canestri negli scontri diretti.

Nel corso del weekend dei recuperi, degno di menzione è anche lo spareggio salvezza che, nel contesto del recupero della 23esima giornata, ha contrapposto Krka Novo Mesto e Split, con gli sloveni capaci di ottenere una vittoria pesantissima su una diretta concorrente.

Dopo tre quarti equilibrati, i padroni di casa piazzano un parziale di 13:0, ispirati da un esterno Adin Vrabac in grande forma, capace di chiudere con 18 punti e 8 rimbalzi, e contribuire al 77:71 finale in favore di Novo Mesto.

Per parte ospite, degna di nota è stata la prestazione del play Roko Ukić, con 19 punti che, tuttavia, non riescono a portare i dalmati fuori dalla zona playout.

MORNAR – Budućnost VOLI 100:92 (20:31, 37:24, 25:18, 18:19)

Cedevita Olimpija – CRVENA ZVEZDA MTS 72:89 (23:20, 9:24, 24:19, 16:26)

KRKA – Split 77:71 (12:18, 24:15, 14:18, 27:20)

Classifica (vittorie, sconfitte, giocate)

Budućnost Podgorica 21 – 4 – 25
Crvena Zvezda Beograd 21 – 3 – 24
Igokea Laktaši 19 – 6 – 25
Mornar Bar 18 – 7 – 25

Cedevita Olimpija Ljubljana 17 – 7 – 24
Mega Beograd 14 – 11 – 25
Partizan Beograd 12 – 13 – 25
FMP Beograd 10 – 15 – 25
Zadar 9 – 16 – 25
Cibona Zagreb 8 – 16 – 24
Krka Novo Mesto 8 – 16 – 24
Split 8 – 16 – 24

Borac Čačak 7 – 17 – 24
Koper Primorska – squalificata

Matteo Cazzulani
@MatteoCazzulani

lunedì 19 Aprile, 2021