Liutai: il 42 per cento sono stranieri — Lombardi nel Mondo

Liutai: il 42 per cento sono stranieri

CREMONA – Tra le nazionalità più rappresentate, dopo l’Italia (90 liutai), ci sono il Giappone (14) e la Corea del Sud (13)

CREMONA – Quasi una su due delle botteghe liutarie aperte a Cremona sono straniere. Per la precisione, 67 su 154 imprese, pari al 42 per cento. Tra le nazionalità più rappresentate, dopo l’Italia (90 liutai), ci sono il Giappone (14) e la Corea del Sud (13). Seguono la Francia (5) e la Bulgaria (5); l’Argentina (4); l’Austria, la Germania, la Russia e la Svizzera (3); la Cina, Israele, la Spagna e l’Ungheria (2). Un imprenditore, infine, per ognuno di altri 11 Paesi: Armenia, Belgio, Canada, Colombia, Cuba, Messico, Olanda, Portogallo, Svezia, Ucraina e Stati Uniti.

fonte: la provincia di cremona

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020