Intervista all’editore Carlos Masello — Lombardi nel Mondo

Intervista all’editore Carlos Masello

Da più di vent’anni la testata Itália Nossa sta offrendo un contributo prezioso alla colonia italiana in Brasile, ed in particolar modo a quella di Rio de Janeiro. Itália Nossa è il marchio di una rivista periodica bilíngue (italiano portoghese) e di una trasmissione radiofonica. Di Marco Stella

IL MARCHIO ITALIA NOSSA:

PREZIOSO SPAZIO

DEMOCRATICO DI ITALIANITÀ

 

 

Da più di vent’anni la testata Itália Nossa sta offrendo un contributo prezioso alla colonia italiana in Brasile, ed in particolar modo a quella di Rio de Janeiro.

Itália Nossa è il marchio di una rivista periodica bilíngue (italiano portoghese) e di una trasmissione radiofonica. Ideatore dei progetti di Itália Nossa è Carlos Masello, che con determinazione e non pochi attacchi, dovuti alle sue posizioni sincere e spesso polemiche, continua caparbiamente il suo percorso: quello in favore della libertà d’espressione garantendo un meritato spazio di rappresentanza alla comunità italiana in Brasile.

Tra le pagine della rivista e alle interviste radiofoniche hanno avuto spazio illustri rappresentanti della comunità italiana in spirito di vera democrazia: rappresentanti del Governo Italiano, politici di ogni area e opinionisti per dibattere i più svariati argomenti; italiani in Brasile e italiani del Brasile per dar voce alle loro esperienze; rappresentanti di ong e associazioni legate all’Italia per illustrare importanti progetti sociali. Indaghiamo meglio l’idea di Itália Nossa attraverso le parole del caparbio ideatore.

 

D- Carlos Masello, cosa ha fatto nascere in te la volontà di dar vita ai progetti di Itália Nossa? Rivista e programma radiofonico?

R- Venendo da una famiglia italiana sono cresciuto sentendone la língua ed innamorandomi sopratutto della musica. Questo legame con la cultura italiana mi ha spinto verso la comunità italiana e conoscendone i problemi e le necessita ho voluto dar vita ad un progetto che potesse esser informazione ed al tempo stesso un modo per aiutare la comunità italiana ad aver garantiti i propri diritti.

 

D- Quali furono, durante questi ventidue anni di attività, le maggiori difficoltà?

R- Prima di tutto il mancato appoggio da parte delle istituzioni italiane e di visione da parte di imprenditori italiani in Brasile. Per mancanza di visione mi riferisco al fatto di non riuscire a vedere in Itália Nossa un importante veicolo che può raggiungere potenzialmente venticinque milioni di italiani e discendenti che vivono in Brasile.

 

D- Quali personaggi noti sono stati intervistati attraverso i tuoi programmi?

R- In primo luogo citerei i cantanti come Endrigo, Minghi, Di Caprio, Pavarotti e la Pausini; poi autorità politiche italiane come il D’Alema, ambasciatori e consoli e autorità politiche brasiliane legate alla comunità italiana come la Denise Frossard Loschi Pavarotti e recentemente il segretario di pubblica sicurezza di Rio de Janeiro, Josè Mariano Beltrame.

 

D- Quali sono  le tematiche più spinose da affrontare?

R- Indubbiamente la política italiana in generale, è un ambiente molto lobbista dove partiti e personaggi politici sono direttamente legati a questa o a quella impresa. È un mondo dove si intrecciano molti interessi e a farne le spese è il cittadino.

Direti qualcosa al riguardo della campagna che stai coordinando per dare  il nome “Capitano Giuseppe Garibaldi” ad una nave della flotta della Petrobrás?

[da noi conosciuto con il grado di Generale, Giuseppe Garibaldi, lottò con il grado di capitano per l’indipendenza del Rio Grande do Sul dalla corona imperiale prima ancora di partecipare al processo di unificazione italiana]

 

Campagna eccellente che ha visto un vivo interesse da parte della comunità italiana in Brasile e da parte degli stessi brasiliani. Giuseppe Garibaldi e la sua moglie brasiliana Anita sono personaggi storici molto apprezzati tanto in Italia quanto in Brasile.

Per il momento sono state raccolte 5000 firme.

 

D- Quali saranno le sfide di Itália Nossa per il futuro?

R- Indubbiamente quella di fare di Itália Nossa il maggior veicolo di informazione destinato alla comunità italiana in Brasile.

 

Di Marco Stella

Portale dei Lombardi nel Mondo

Azioni sul documento

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020