Expo 2015: Malesia firma contratto di partecipazione — Lombardi nel Mondo

Expo 2015: Malesia firma contratto di partecipazione

E’ un viaggio tra tradizione e innovazione quello che i visitatori di Expo 2015 potranno vivere all’interno del padiglione della Malesia. Il concept, ‘Verso un ecosistema alimentare sostenibile’, e’ stato presentato durante la firma del contratto di partecipazione del Paese all’Esposizione Universale di Milano. Sale cosi’ a 39 il numero dei contratti firmati dalla societa’ organizzatrice con i Partecipanti Ufficiali.

La sostenibilita’ ambientale sara’ l’argomento cardine della partecipazione malesiana. Il padiglione, che sorgera’ su un’area di 2.047 metri quadrati al centro del sito espositivo, vicino all’area dedicata alla Societa’ Civile di Cascina Triulza, sara’ realizzato con materiali ecosostenibili e sara’ efficiente dal punto di vista energetico: verra’ alimentato ad energia solare e prestera’ grande attenzione all’uso dell’acqua. La Malesia intende dimostrare come un’agricoltura di alta qualita’ possa essere una leva fondamentale per innovare il settore e combattere la poverta’. Promuovera’, inoltre, un approccio ‘halal’, secondo i dettami della legge islamica, per assicurare prodotti e ingredienti sicuri. ”Expo Milano 2015 costituira’, oltre che una vetrina delle proprie eccellenze, anche un’opportunita’ irripetibile di sviluppo e di crescita per ogni Paese partecipante”, ha sottolineato Roberto Formigoni, Commissario generale di Expo 2015. ”La posizione di rilievo assegnata al nostro padiglione – ha poi spiegato Rebecca Fatima Sta Maria, Commissario Generale della Malesia per Expo Milano 2015 ci dara’ l’opportunita’ di spiegare come biodiversita’ e agricoltura possano raggiungere un giusto equilibrio grazie all’uso intelligente delle tecnologie.
Faremo conoscere a tutto il mondo i prodotti e i piatti della nostra multietnica e multiculturale cucina: un’occasione da non perdere”.
Soddisfazione anche da Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 Spa: ”Il progetto di Expo sta procedendo nel modo migliore. L’esperienza malesiana nell’agricoltura sostenibile rappresentera’ un punto di riferimento interessante, soprattutto per quegli Stati in cui l’agricoltura e’ il settore produttivo primario”.

(ASCA)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020