Victoria. Serata con “Pirandello e il teatro” — Lombardi nel Mondo

Victoria. Serata con “Pirandello e il teatro”

E’ Mimmo Mangione il protagonista del primo appuntamento per il 2010 con la serie “Parliamone in Italiano” ciclo di conferenze su temi vari, che ha avuto luogo presso l’istituto Italiano di Cultura

E’ Mimmo Mangione il protagonista del primo appuntamento per il 2010  con la serie “Parliamone in Italiano” ciclo di conferenze su temi vari, che ha avuto luogo presso l’istituto Italiano di Cultura.

“Pirandello e il teatro” è il titolo dell’incontro: “ Non si tratta di una critica delle opere di Pirandello, ma di una chiacchierata sulla mia esperienza di attore e regista e sulla mia passione per Pirandello”, spiega Mimmo Mangione, attore e regista.  Una passione che Mimmo, nato nella stessa città del drammaturgo italiano, Agrigento, ha visto crescere fin dalla suo primo incontro con Pirandello, quando all’età di 4-5 anni interpretò il ruolo del piccolo Nonò, ne “L’uomo, la bestia e la virtù” con il Piccolo Teatro Pirandelliano. Una commedia che Mimmo ha recitato altre due volte, nel ruolo del protagonista Paolino, qui in Australia: nel 1986 e nel 2000.

“Pirandello e il teatro” sarà un viaggio attraverso i miei occhi, le  mie esperienze teatrali; sarà un Pirandello vissuto da me, non come visto dai critici, che ne hanno creato “un mostro”.  Egli stesso ha detto più volte di non riconoscersi in quello che i critici hanno scritto di lui. Secondo me Pirandello si deve leggere com’è, il suo è un linguaggio teatrale non letterario; le vicende i personaggi che racconta sono personaggi  che conosco bene, che ho incontrato nella mia città, che ho nel sangue.”

Ed è proprio con  Pirandello: “Sei personaggi in cerca d’autore” (2008) che   la compagnia teatrale Commeartefò fondata da Mimmo insieme a Mario Mori e Paolo Bongiovanni nel 1989 e di cui è stato direttore artistico, ha chiuso i battenti dopo venti anni di produzioni  che hanno portato sulla scena i più svariati autori: dalla prima rappresentazione nel 1990 con “Il malato immaginario” di  Moliere, e poi di nuovo nel 2004, a “ Mistero buffo” di Dario Fo (1991), a l’ “Avaro”  (1992) e a “Don Giovanni” (1995) di Moliere, a vari spettacoli della Commedia dell’Arte, a “Le pillole d’Ercole” (2005) di Hannequin e Bilhaud, a “Questi fantasmi” (2006) di Edoardo di Filippo a “ Antonio Sacchi L’Arlecchino di Carlo Goldoni – Il servitore di due padroni” (2007) a “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello (2008).          

Anni che hanno visto Mimmo Mangione interpretare e dirigere allo stesso tempo, molti altri lavori con altre compagnie teatrali, e il cui talento, passione e impegno nel presentare al pubblico italo-australiano il meglio della produzione teatrale non solo italiana, ma internazionale (è stato direttore artistico del Melbourne French Theatre Company) sono stati riconosciuti dal governo italiano che gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella della Solidarietà Italiana (2009).

Questa sera Mimmo fra un racconto e l’altro reciterà estratti di alcune opere pirandelliane fra cui “ Sei personaggi in cerca d’autore”,  “La patente”, ecc. per finire con “L’uomo dal fiore in bocca”.  “Appuntamento quindi questa sera con “Pirandello e il teatro” inizio alle 7.00pm, presso l’Istituto Italiano di Cultura, 233 Domain Rd, South Yarra, tel 9820 2054. 

 

GABRIELLA G. HUBBARD

 

http://italianmedia.com.au/w3/index.php?option=com_content&view=article&id=4421%3Aserata-con-pirandello-e-il-teatro&catid=7%3Adal-victoria&lang=it

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020