Basket Europa. Dąbrowa decisiva: Toruń prima a pari merito con Słupsk, Włocławek e Ostrów Wielkopolski in Polonia

Come spesso accade, le partite “testacoda” provocano movimenti di classifica dal peso considerevole. L’incontro conclusivo del girone di andata del campionato di serie a di pallacanestro polacco, che ha visto l’MKS Dąbrowa Górnicza ultima della classe fronteggiare la capolista Twarde Pierniki Toruń, ha, in soli quaranta minuti di gioco, privato i copernicani di un titolo di campioni d’inverno quasi assicurato, posto quattro squadre al comando della classifica, e tolto i padroni di casa dall’ultimo posto.

A confermare il pronostico di una partita “pazza” ci hanno pensato già le prime battute di gioco, nelle quali l’esterno di casa statunitense Devyn Marble (ex Orlando Magic, virtus ed Aris Salonicco) porta Dąbrowa Górnicza sul 26:15 a fine primo quarto. Nella seconda frazione di gioco, Toruń cerca di accorciare le distanze affidandosi al play della nazionale croata Roko Rogić e alla guardia canadese Jahenns Manigat, capaci di piazzare un parziale di 7:0 al quale, tuttavia, dà risposta l’ala grande di casa Michał Nowakowski, che con due triple consecutive ricaccia a distanza i copernicani. Una schiacciata a fil di sirena di capitan Milivoje Mijović, infine, manda l’MKS in vantaggio all’intervallo con ben quattordici punti di vantaggio (52:38).

Alla ripresa, Toruń parte bene con l’ala piccola Bartosz Diduszko e la guardia USA James Eads a portare la compagine del coach croato Ivica Skelin a sole sette lunghezze di svantaggio. Tuttavia, i ragazzi di coach Jacek Winnicki, seppur in difficoltà dal perimetro, con Marble, autore di due schiacciate da cineteca, e Nowakowski riescono a mantenere il vantaggio ad otto punti a fine terzo quarto (72:64).

Come prevedibile, Toruń gioca il tutto per tutto nell’ultimo quarto. Diduszko infila due triple consecutive che portano la capolista a soli due punti di svantaggio, ma Marble è pronto a rispondere con un canestro da tre punti che riporta i copernicani a distanza. Un layup di Eads, controbilanciato da un layup del centro croato di Dąbrowa Górnicza Josip Sobin (ex Zadar e Cremona) mantiene le squadre a distanza fino all’ultimo tentativo di rimonta di Manigat e del centro messicano Daniel Amigo, vanificato dalla precisione ai liberi di Marble, Mijović e della combo guard statunitense Mike Lewis a fissare il risultato sul 98:92 finale.

Con la sconfitta di Toruń, e la concomitante vittoria dei Czarni Słupsk, dell’Anwil Włocławek e dei campioni in carica dello Stal Ostrów Wielkopolski, il primo posto alla fine del girone di andata è condiviso da ben quattro squadre. Ciò testimonia quanto equilibrato, e dunque avvincente, quest’anno sia il campionato di basket polacco.

Per parte di Dąbrowa Górnicza, l’MKS abbandona l’ultimo posto in classifica, ponendosi ad una vittoria di vantaggio dal tandem di coda, composto dallo Start Lublino e dal GTK Gliwice.

La Final Eight di Coppa ancora da definire

Da assegnare restano ancora i biglietti per la Final Eight di Coppa di Polonia. Con le prime quattro della classe già qualificate assieme a Lublino, organizzatrice della manifestazione, a giocarsi i due posti rimanenti sono ben cinque squadre.

Zastal Zielona Góra, Legia Varsavia, Astoria Bydgoszcz sono chiamate a recuperare una partita nei prossimi giorni, mentre Śląsk Wrocław e Wilki Morskie Szczecin attendono i risultati per sapere se parteciperanno o meno alla competizione.

Matteo Cazzulani
@MatteoCazzulani

lunedì 20 Dicembre, 2021