La cooperazione allo sviluppo del MAE a Buenos Aires per una conferenza sulla lotta al narcotraffico — Lombardi nel Mondo

La cooperazione allo sviluppo del MAE a Buenos Aires per una conferenza sulla lotta al narcotraffico

La conferenza di Buenos Aires è l’occasione per una discussione e un confronto tra tutte le parti interessate dal programma, siano essi donatori o beneficiari, e permetterà inoltre di effettuare un primo bilancio sulla efficacia delle misure e strategie previste dalla UE

BUENOS AIRES – Nelle giornate del 10 e 11 maggio, si svolgerà a Buenos Aires, in Argentina, la prima conferenza internazionale “Supporting the fight against organised crime on the cocaine route”.

Organizzata dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri e finanziata dalla Unione Europea, la conferenza riunirà oltre 50 rappresentanti delle istituzioni dell’America Latina e dell’Africa occidentale, nonché della Commissione europea e del Servizio Europeo per l’Azione Esterna impegnati nel contrasto della criminalità organizzata transnazionale, del narcotraffico ed del riciclaggio sulla cosiddetta rotta della cocaina America Latina – Africa Occidentale – Europa.

Negli ultimi anni si è registrato un incremento considerevole della quantità di cocaina che dall’America Latina attraverso i Caraibi e l’Africa occidentale arriva in Europa e dei contatti tra le organizzazioni criminali che operano nei tre continenti interessati dalla rotta. Al fine di combattere efficacemente tale fenomeno, l’Unione Europea ha creato sei progetti, finanziati dallo Strumento per la Stabilità, volti a reprimere e contrastare i traffici per via marittima, aerea, terrestre e ad accrescere la professionalità e la collaborazione tra le magistrature e le forze di polizia dei Paesi impegnati nella lotta.

La Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Mae, in qualità di capofila, gestisce uno dei progetti europei denominato Corms (Cocaine Route Monitoring and Support), che si occupa del coordinamento e valutazione degli altri cinque progetti, fornendo inoltre raccomandazioni e suggerimenti per future azioni e misure da attuare nella prossima programmazione europea.

La conferenza di Buenos Aires sarà dunque l’occasione per una discussione e un confronto tra tutte le parti interessate dal programma, siano essi donatori o beneficiari, e permetterà inoltre di effettuare un primo bilancio sulla efficacia delle misure e strategie previste dalla UE.

La delegazione della Farnesina sarà composta da Rosario Aitala, consigliere del Ministro degli Esteri per le aree di crisi e per la criminalità organizzata, e da Marco Alma e Maria Luisa Fichera, rispettivamente team leader e project manager del progetto Corms. (aise)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020