I Presidenti delle otto Commissioni consiliari permanenti — Lombardi nel Mondo

I Presidenti delle otto Commissioni consiliari permanenti

Si sono insediate le otto Commissioni consiliari permanenti. La novità “Agricoltura” (nella foto l’Ufficio di presidenza con il presidente Boni)

Si sono insediate, alla presenza del Presidente del Consiglio regionale Davide Boni, le otto Commissioni consiliari permanenti (Bilancio, Affari istituzionali, Sanità e Attività produttive, Territorio, Ambiente, Cultura e Agricoltura), con l’elezione dei rispettivi Presidenti e Uffici di Presidenza.

 

 Con l’insediamento ufficiale delle otto Commissioni consiliari – ha detto il Presidente Boni la macchina del Consiglio regionale diventa a tutti gli effetti operativa e pronta ad affrontare le problematiche che interessano tutti i cittadini lombardi”.

 

Fabrizio Cecchetti, 32 anni, milanese di Rho , della Lega Nord, è stato eletto Presidente della Commissione Bilancio e Programmazione di Regione Lombardia.

Cecchetti, che aveva già guidato la Commissione Bilancio nell’ultimo anno della passata legislatura, ha ottenuto 75 voti su 80 (5 le schede bianche). Alla vicepresidenza è stato eletto Doriano Riparbelli del PdL (72 voti e 8 schede bianche) mentre la carica di Consigliere Segretario è andata ad Angelo Costanzo del Pd (39 voti su 80).

 Tra le priorità dei lavori della Commissione – ha spiegato il neo presidente Cecchetti c’è sicuramente il bilancio, la cui sessione estiva è prevista per luglio. Con l’Ufficio di Presidenza abbiamo già concordato di convocare la prima riunione della Commissione alla presenza dell’Assessore regionale al Bilancio Romano Colozzi per analizzare la manovra messa a punto dal Governo italiano. Tra gli obiettivi di questa IX legislatura, la Commissione si propone di seguire con attenzione la varie fasi di attuazione del federalismo demaniale e fiscale e l’introduzione in Lombardia di un sistema di previdenza integrativa regionale sul modello trentino”.

 

Il magentino Sante Zuffada, 66 anni, del PdL, è il Presidente della Commissione Affari istituzionali. Zuffada (74 voti a favore e 6 schede bianche), carica  già ricoperta nella precedente legislatura.

Affiancano Zuffada nell’Ufficio di Presidenza il Vice Presidente Franco Mirabelli (PD) eletto con 70 voti a favore, 8 schede bianche, 2 nulle e il Consigliere Segretario Massimiliano Romeo (Lega Nord), eletto con 66 voti a favore e 14 schede bianche.

 Spero di completare l’iter di applicazione della Statuto approvato nella passata legislatura – ha dichiarato il Presidente Zuffada auspicando che, dovendo definire le regole comuni, si possa arrivare ad una larga condivisione al di là dei ruoli politici, come è stato nell’ultima parte della scorsa legislatura”.

 

Presidente della Commissione Sanità e Assistenza è stata eletta la bresciana Margherita Peroni (PdL), 54 anni, nella scorsa legislatura già presidente della Commissione Ambiente.

Per lei 76 voti a favore e sole 3 schede bianche. Vice Presidente è stato eletto il capogruppo della Lega Nord Stefano Galli con 65 voti a favore e 15 schede bianche, Consigliere Segretario l’esponente del PD Sara Valmaggi, con 55 voti favorevoli e 25 schede bianche.

Sono consapevole del ruolo delicato e importante di questa Commissione – ha detto Peroni anche perché i servizi sanitari e socio assistenziali ci toccano tutti direttamente. Da subito ci metteremo al lavoro sul nuovo piano socio-sanitario, sul piano sangue e nella trattativa con lo Stato per le ricadute in ambito regionale del Patto per la Salute. Altre scadenze ravvicinate saranno la partita per la non autosufficienza a sostegno delle famiglie, la compartecipazione dei cittadini alla spesa sanitaria, la verifica della legge famiglia a dieci anni dalla sua entrata in vigore e l’analisi dei primi effetti della legge n.3/08 sul riordino dei servizi”.

 

Presidente della Commissione “Attività produttive” è stato eletto Mario Sala (PdL), 50 anni, milanese, che ha ottenuto 70 voti a favore e 6 schede bianche.

Ad affiancarlo saranno il leghista Massimiliano Orsatti in qualità di Vice Presidente, al quale sono andati 63 voti (14 le schede bianche) e Stefano Tosi (PD) eletto Consigliere Segretario con 50 preferenze (29 schede bianche e una nulla).

“Ringrazio i colleghi Consiglieri regionali che mi hanno eletto e i numerosi elettori di Milano e provincia che mi hanno sostenuto nel lavoro della legislatura scorsa e nell’ultima campagna elettorale – ha commentato Sala – Alle oltre 800.000 imprese lombarde e ai loro lavoratori desidero fin d’ora assicurare da parte della Commissione la vicinanza e l’impegno dovuto al tessuto imprenditoriale più vivace e innovativo d’Europa, come sta emergendo anche in questo periodo travagliato. Certo la crisi non passa da sé o per congiunture favorevoli estranee all’impegno degli imprenditori, dei lavoratori e delle Istituzioni. Proporrò alla Commissione – ha concluso – di seguire fin da subito, in collegamento con la Commissione Attività Produttive della Camera, le prospettive che si possono aprire per le imprese lombarde col disegno di legge sullo “Statuto delle imprese”, promuovendo un incontro con i relatori proponenti la legge, aperto alle imprese e ai sindacati della nostra Regione”.

 

Il comasco Giorgio Pozzi (PdL) è il neo presidente della Commissione “Territorio”, che lo ha  eletto con 62 voti (su 71 validi). Sei le schede bianche, 3 le nulle.

Imprenditore, nato nel 1955, Pozzi è stato Assessore regionale ai Trasporti dal 1995 al 2000 e dal 2000 al 2005 all’Artigianato e New economy. Vicepresidente (con 65 voti su 79 e 14 schede bianche) è stato eletto Ugo Parolo (Lega Nord), assessore uscente al Territorio della Provincia di Sondrio mentre Consigliere Segretario (con 54 voti e 14 schede bianche) è stato eletto Francesco Prina del Pd, consigliere regionale dal 2000.

 Lavorare, lavorare, lavorare” – è stato l’esordio del presidente Pozzi Affronteremo con impegno le emergenze legate ai trasporti e alle infrastrutture connesse con il  sistema aeroportuale, con un occhio di particolare attenzione e riguardo alle ricadute sul territorio e con la massima condivisione delle scelte con tutti i livelli istituzionali, come è sempre stato mio costume”.

 

Il bergamasco Giosuè Frosio, 54 anni, della Lega Nord, è il nuovo presidente della Commissione “Ambientee Protezione civile”, eletto con 70 voti (9 schede bianche). Vice Presidente è stato eletto Angelo Giammario (PdL) con 66 preferenze e 13 schede bianche, mentre Consigliere Segretario della Commissione è Valerio Bettoni dell’Udc, che ha ottenuto 50 voti (28 le schede bianche).

 In questi ultimi anni – ha detto Frosio è aumentata notevolmente tra i cittadini la consapevolezza di quanto le tematiche ambientali incidano e siano importanti per la qualità della vita. Per questo ritengo che questa commissione rivesta un significato e un valore particolare. Tra le priorità più urgenti, l’attenzione a sostenere in modo sempre maggiore il ricorso a energie rinnovabili e il trasferimento alle Provincie delle competenze sui piani cave nella piena attuazione di un vero e compiuto federalismo territoriale. Da ultimo – conclude Frosio ritengo che il termine ambiente nei territori di montagna non deve più essere sinonimo di vincolo, come purtroppo ultimamente spesso accade, ma deve essere inteso piuttosto come autentica risorsa per i popoli montani”.

 

Luciana Ruffinelli, 63 anni di Busto Arsizio, in provincia di Varese, esponente della Lega Nord, è la nuova Presidente della Commissione “Cultura, Istruzione, Formazione professionale e Sport”.

Eletta con 69 voti, subentra nel ruolo già ricoperto dal suo collega di partito e attuale Assessore al Territorio e Urbanistica Daniele Belotti. Ad affiancarla, come Vicepresidente, sarà Gianluca Rinaldin (PDL), eletto con 50 voti, e come Consigliere Segretario, il Consigliere del PD Giuseppe Civati, che ha ricevuto 61 voti.

Sono molto orgogliosa  – ha detto Ruffinelli – di essere stata eletta presidente di questa Commissione che tocca problematiche essenziali come la scuola, la formazione, la cultura, lo sport, l’arte, lo spettacolo e l’informazione. Materie queste destinate ad acquisire ancora più importanza in vista dell’Expo. Auspico dunque – ha concluso –  una fattiva collaborazione da parte di tutti i partiti nell’affrontare tematiche che riguardano la vita dei cittadini, in particolare dei giovani, e per trovare la strada giusta per salvaguardare il nostro patrimonio culturale: biblioteche, musei e archivi”.

 

Presidente della Commissione “Agricoltura” è stato infine eletto Carlo Saffioti (PdL, nella foto da sin. a des. con Bianchi, Boni e Patitucci)), 58 anni, bergamasco, in passato già presidente delle Commissioni regionali “Sanità” e “Attività produttive”, che ha ottenuto 64 voti a favore e 15 schede bianche. Ad affiancarlo saranno il leghista Dario Bianchi in qualità di Vice Presidente, già assessore provinciale all’agricoltura a Como, al quale sono andati 56 voti (23 le schede bianche) e il bresciano Francesco Patitucci (IdV) eletto Consigliere Segretario con 34 preferenze (41 schede bianche e 4 nulle).

 “E’ una Commissione nuova, particolarmente articolata nelle sue competenze, che vanno dall’agricoltura all’economia  montana, comprendendo parchi, gestione delle risorse idriche, boschi, foreste, agriturismo e caccia – ha commentato Saffioti – Sarà nostro compito abbinare la tutela e la valorizzazione dell’ambiente naturale con il sostegno alle attività produttive, consapevoli che occorre oggi più che mai investire nel turismo e mantenere competitiva la nostra agricoltura nonostante il venir meno fra tre anni dei sostegni economici europei come la Pac”.

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020