Porta (UIM): proposte serie e concrete per risolvere la crisi dei consolati in Sud America — Lombardi nel Mondo

Porta (UIM): proposte serie e concrete per risolvere la crisi dei consolati in Sud America

Fabio Porta, coordinatore della Uim in Sud America ha scritto per la rivista “Insieme” a commento della petizione popolare sulla “fila della cittadinanza” e sulla ventilata apertura di due nuovi uffici consolari in Brasile

SAN PAOLO – “Altrimenti ci arrabbiamo. Era il titolo di un film per ragazzi che aveva successo quando vivevo in Italia la mia adolescenza; “altrimenti ci arrabbiamo”: dovremmo forse iniziare a dirlo noi, italiani all’estero, e soprattutto in Sud America e in Brasile, di fronte alla mancanza di risposte concrete in relazione alla grave crisi della rete consolare”. Inizia così la breve riflessione che Fabio Porta, coordinatore della Uim in Sud America ha scritto per la rivista “Insieme” a commento della petizione popolare sulla “fila della cittadinanza” e sulla ventilata apertura di due nuovi uffici consolari in Brasile.

“I Presidenti e i Consiglieri dei Comites e del Cgie del Brasile – scrive Porta – hanno concordato un testo di poche righe con il quale si chiede al Parlamento e al Governo italiano un impegno serio e risposte concrete (soprattutto urgenti) in merito alla vergognosa “fila della cittadinanza”. Abbiamo già scritto fiumi di inchiostro su questa rivista e non vogliamo buttarne altri. Chiediamo però rispetto e attenzione. Soprattutto – sottolinea – chiediamo risposte serie e rapide, qualsiasi esse siano, anche se non saranno quelle che forse vorremmo. L’importante, lo ripetiamo, è affrontare la situazione e proporre delle soluzioni”.

“Per questo – aggiunge Porta rivolgendosi ai lettori – anche noi vi chiediamo di visitare gli uffici della ITAL e della UIM in Brasile e di firmare la sottoscrizione popolare per sbloccare la “fila della cittadinanza”. Un impegno civile, non una protesta sterile o strumentale. Una maniera – spiega – per dire alle nostre istituzioni che siamo stanchi ma fiduciosi, che vogliamo servizi degni ed efficienti, che comprendano l’estensione della rete consolare a Stati importanti quali Santa Catarina ed Espirito Santo con l’apertura di due nuovi Consolati Generali in Brasile”.

“Il Vice Ministro Danieli ci ha dato in questo senso qualche piccola apertura e si è mostrato disponibile a studiarne la fattibilità concreta ed economica; è un altro di quei temi – conclude – sui quali lo sosterremo, se ce ne darà la possibilità”. (aise)

  

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020