Concorso nel 35º anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini — Lombardi nel Mondo

Concorso nel 35º anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini

In occasione del 35º Anniversario della scomparsa di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), la FE.DI.L.C.IT. ha organizzato un Concorso destinato agli allievi delle Associazioni aderenti, che frequentino i Corsi d’Italiano durante l’anno 2011. Inviato da Jorge Garrappa

In occasione del 35º Anniversario della scomparsa di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), la FE.DI.L.C.IT. ha organizzato un Concorso destinato agli allievi delle Associazioni aderenti, che frequentino i Corsi d’Italiano durante l’anno 2011.

 I concorrenti dovranno rispondere alle domande sotto elencate. Le risposte, i dati personali del partecipante (nome, cognome, documento d’identità, telefono ed e-mail) dovranno essere consegnate dopo in una busta chiusa con la dicitura “Concorso Pier Paolo Pasolini” presso l’Associazione di appartenenza, la quale farà pervenire tutte le buste alla sede della Federazione entro il 31 maggio 2011. Le buste pervenute dopo tale data non saranno prese in considerazione.

 

 

 

 

Sarà dichiarato vincitore chi avrà dato il maggior numero di risposte esatte. In caso di parità si procederà ad un sorteggio che avrà luogo il giorno 25 giugno 2011, alle ore 11, presso la sede della “Federación para la difusión de la lengua y cultura italiana” (FE.DI.L.C.IT – Alvear 1221 – (2000) Rosario – Tel.: (0341) 4476949 – Email: fedilcitrosario@ciudad.com.ar)

Al vincitore sarà assegnato il seguente premio, offerto dalla Fondazione “Gli Angeli”: due biglietti aerei, andata e ritorno della Linea “Sol” per una delle destinazioni turistiche del territorio argentino, soggetto a disponibilità e spazio, intrasferibile, non sostituibile da denaro in contanti o altri servizi (non include imposte nè tasse doganali). I biglietti dovranno essere utilizzati entro il 2011.

 

Vero o Falso?

1.Pier Paolo Pasolini trascorre l’infanzia in varie cittadelle tra Veneto, Lombardia ed Emilia.

2.La madre è friulana di origine contadina.

3.Il successo e la fama arrivano nel 1955 con la pubblicazione dell’opera “La meglio gioventù”.

4.In “Ragazzi di vita” (1955), il primo attore nella fase iniziale del romanzo è “Riccetto”.

5.“Le ceneri di Gramsci”, in versi, riceve il “Premio Viareggio” nel 1957.

6.Del 1959 è il romanzo “Una vita violenta”.

7.Nel 1961 esordisce come regista cinematografico con “Mamma Roma”.

8.In “Il sogno di una cosa” (1962), Nini, Eligio ed altri tre amici decidono di non abbandonare la propria terra.

9.Nel 1968 gira “Il Decameron”.

10.Nel Romanzo “I turcs tal Friul” (1976) rievoca le lotte dei contadini friulani.

11.Del 1993 è “Bestemmia”, che raccoglie l’intera sua produzione poetica.

12.Pier Paolo Pasolini si rivela come uno dei maggiori conoscitori della poesia dialettale italiana.

13.Pasolini collabora con Fellini per la sceneggiatura di “Le notti di Caribia” (1957).

14.Nel 1964 gira “Il Vangelo secondo Matteo”.

15.I film pasoliniani si distinguono in varie “fasi”, secondo il suggerimento dello stesso autore: a) un ciclo realistico ed ideologico, b) un ciclo mitico-psicoanalitico, c) la trilogia della vita, d) apologia sull’orrore e sulla distruttività del potere.

16.Oltre al cinema, Pasolini si dedica con la sua infaticabile disponibilità sperimentale, anche al teatro.

17.La sua posizione di scrittore subisce attacchi da parte della neoavanguardia.

18.Molti suoi scritti inediti, sparsi o incompiuti, vedono la luce negli anni successivi alla sua morte.

19.Nel 1992 viene pubblicato un vasto frammento del romanzo incompiuto “Petrolio”, cui Pasolini lavorò dal 1972 alla morte.

20.Del 1993 è “Bestemmia”, che raccoglie in quattro volumi l’intera sua produzione poetica.

 

 Jorge Garrappa Albani

Redazione Portale Lombardi nel Mondo–03/02/2011

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020