Elezioni regionali 2010: i profili di Formigoni e Penati — Lombardi nel Mondo

Elezioni regionali 2010: i profili di Formigoni e Penati

Sono i candidati delle due principali coalizioni: il candidato della coalizione attualmente al governo costituita dal Popolo delle Libertà, la Lega Nord e La Destra sarà l’attuale governatore Roberto Formigoni, mentre il candidato del Partito Democratico è l’ex presidente della Provincia di Milano Filippo Penati.

Profilo politico: Roberto Formigoni dal sito www.formigoni.it

 

Nato a Lecco nel 1947, sono stato eletto al Parlamento europeo per la prima volta nel 1984 e a quello italiano nel 1987. Nel 1989 – rieletto al Parlamento europeo di cui sono stato vice-presidente – ho visto cambiare l’Europa e i confini che la dividevano dal proprio futuro. Nel 1995 è iniziata la mia avventura come presidente di Regione Lombardia. Sono stato rieletto nel 2000 con il sostegno del 62,5 per cento dei votanti. Tra i significativi risultati della VI e della VII legislatura ci sono stati il varo di un’avanzata e articolata politica ambientale, con il Libro azzurro della mobilità e dell’ambiente, il piano socio-sanitario, l’innovativa legge sui servizi di pubblica utilità e la realizzazione del polo esterno della Fiera di Milano, uno dei più grandi al mondo.

 

Ho voluto inoltre promuovere il sistema socio-economico lombardo in campo internazionale, attraverso progetti come il Club delle Regioni, e missioni istituzionali di altissimo livello che toccano tutti e cinque i continenti, come quella in Cina insieme ai Quattro Motori per l’Europa, quella in Sud Africa e quella in Australia. Mostro ancora con orgoglio le mie foto con Tony Blair, Josè Aznar, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, Lech Walesa, Michail Gorbaciov, Nelson Mandela, Kofi Annan e Arnold Schwarznegger.

 

La guida della più importante Regione italiana, che realizza un quarto del Pil del Paese e attrae il 50 per cento degli investimenti esteri, è stata anche l’occasione per sperimentare modelli di sviluppo che, in molti casi, si sono poi diffusi a livello nazionale: per questo rappresenta una straordinaria occasione di innovazione e di dialogo con le forze più vitali del Paese.

 

Un percorso che è proseguito anche dopo il 2005, quando sono stato riconfermato presidente: in quel momento ho rinnovato il mio impegno a portare a termine i progetti intrapresi nel cammino di modernizzazione, a dare forma stabile alla sussidiarietà, a sostenere la competitività e a mantenere fermo il timone del federalismo.

 

Per l’VIII legislatura (2005-2010) ho posto come priorità strategiche il consolidamento di una governance fondata sulla sussidiarietà e il rilancio dell’attrattività della Lombardia. È nata così l’esperienza del comitato strategico per la competitività, che raccoglie i protagonisti dello sviluppo industriale e tecnologico italiano tra cui Mario Monti, Alessandro Profumo, Corrado Passera, Marco Tronchetti Provera e Santo Versace. Insieme a loro, viene messo a punto il manifesto per la competitività: un progetto organico e integrato di interventi che ha generato iniziative di rilievo quali un’innovativa legge per la competitività; è nato anche un accordo di programma con il sistema camerale per creare sinergie di progetti e risorse, in particolare su ricerca, innovazione e internazionalizzazione.

 

Grazie anche alla riforma del quadro normativo riguardante istruzione, formazione e mercato del lavoro, e al deciso impulso dato all’adeguamento infrastrutturale, è stato creato un contesto favorevole al pieno protagonismo e alla crescita delle persone e di tutto il sistema Lombardia. Per questo, quando nel 2006 sono stato eletto al Senato, ho valutato insieme agli stessi cittadini, agli amici e ai miei collaboratori che fosse più importante rimanere presidente della Regione per continuare – da questa posizione – a lavorare al servizio dei lombardi. È quello che continuo a fare tutti giorni, dal 1995.

 

Profilo politico: Filippo Penati dal sito  www.penati.info

 

Sono nato il 30 dicembre del 1952 a Monza e ho sempre vissuto a Sesto San Giovanni, città che ha radicato in me l’amore per la concretezza e per la laboriosità. Sono sposato e ho due figli, Simone e Ilaria.

 

Nella mia vita privata sono stato insegnante, assicuratore e Vice Presidente regionale dell’Associazione Cooperative. Lavori che, grazie alla relazione con gli altri, mi hanno dato molto, soprattutto un senso di responsabilità e disponibilità nei confronti della gente.

 

La passione e la voglia di stare dalla parte dei cittadini, mi hanno spinto ad occuparmi della mia città come Assessore prima e come Sindaco poi, e mi hanno portato quindi alla politica attiva.

 

Dal 2001 al 2004 sono stato segretario della federazione metropolitana milanese dei Democratici di Sinistra.

 

Il 27 giugno 2004 sono diventato Presidente della Provincia di Milano, ruolo grazie al quale ho potuto mettere tutta la mia passione ed esperienza a favore del territorio della Provincia di Milano e dei suoi cittadini.

 

Sono stato impegnato nella Commissione permanente per l’innovazione tecnologica nelle Regioni e negli Enti Locali, e ho fatto parte del Consiglio di amministrazione del Teatro alla Scala e del Comitato di pianificazione di Expo 2015.

 

Sono stato Vice Presidente vicario dell’Unione Province d’Italia.

 

Ho coordinato la mozione “Per l’talia e per il PD” per la candidatura di Pier Luigi Bersani a segretario nazionale del Partito Democratico e dallo scorso novembre sono a capo della segreteria politica di Pier Luigi Bersani.

 

L’11 dicembre 2009 ho dato la mia disponibilità a candidarmi per la presidenza della Regione Lombardia.

 

 

 

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020