È straniero 1/3 del Made in Italy a tavola — Lombardi nel Mondo

È straniero 1/3 del Made in Italy a tavola

Circa un terzo (33%) della produzione complessiva dei prodotti agroalimentari venduti in Italia ed esportati deriva da materie prime agricole straniere, trasformate e vendute con il marchio Made in Italy. È quanto emerge dalle anticipazioni del rapporto Coldiretti/Eurispes

Circa un terzo (33%) della produzione complessiva dei prodotti agroalimentari venduti in Italia ed esportati deriva da materie prime agricole straniere, trasformate e vendute con il marchio Made in Italy.

È quanto emerge dalle anticipazioni del rapporto Coldiretti/Eurispes divulgate ieri in occasione del varo delle misure a difesa delle imprese italiane e contro le scalate straniere nei settori “strategicamente rilevanti” come l’agroalimentare.

Il fatturato del Made in Italy realizzato con prodotti agricoli stranieri – sottolinea la Coldiretti – è stimato in 50 miliardi e riguarda sugli scaffali due prosciutti su tre venduti come italiani, ma provenienti da maiali allevati all’estero, ma anche tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro che sono stranieri senza indicazione in etichetta, oltre un terzo della pasta ottenuta da grano che non è stato coltivato in Italia all’insaputa dei consumatori, e la metà delle mozzarelle che sono fatte con latte o addirittura cagliate straniere.

 

Fonte: aise

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020