Trasparenza, razionalizzazione e riduzione dei costi: riprende stagione delle riforme — Lombardi nel Mondo

Trasparenza, razionalizzazione e riduzione dei costi: riprende stagione delle riforme

Lo prevede un progetto di legge all’ordine del giorno della Commissione Affari istituzionali, presieduta da Sante Zuffada (PdL). Relatore il Vice Presidente del Consiglio regionale, Franco Nicoli Cristiani (PdL)

Maggiore razionalizzazione dell’apparato amministrativo regionale, riduzione dei costi e maggiore controllo sugli enti e le società dipendenti dalla Regione. Lo prevede un progetto di legge all’ordine del giorno della Commissione consiliare Affari istituzionali, presieduta da Sante Zuffada (PdL). Relatore del provvedimento è il Vice Presidente del Consiglio regionale, Franco Nicoli Cristiani (PdL).

Le novità proposte dal documento in esame riguardano alcuni aspetti della governance dell’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente (ARPA), gli enti sanitari, le ALER. Inoltre, viene proposta l’unificazione di IReR e IREF in un unico ente per la ricerca, la statistica e la formazione.

In particolare, viene rafforzato il ruolo di indirizzo e programmazione dell’ente Regione, così come introdotto dalla riforma del Titolo V della Costituzione. L’amministrazione regionale non è più considerata solo come ente di gestione e di governo, ma sempre più come insieme di enti, aziende, società, fondazioni con la responsabilità di attuare le politiche regionali. Tale visione collegiale era stata definita dall’art. 1 della L.R 30/2006 che aveva istituzionalizzato il “sistema regionale”.

Per regolamentare i diversi gradi di relazione tra enti e Regione, la proposta di legge introduce il concetto di “partecipazione per gradi” al sistema regionale, con la previsione di tre diversi livelli di appartenenza. Ovvero: enti dipendenti e società in house; enti sanitari e ALER; società a partecipazione regionale, enti pubblici, fondazioni istituite dalla Regione. 

Sempre nell’ottica della trasparenza, della legalità e della riduzione degli sprechi anche altri quattro progetti di legge di cui la Commissione affari istituzionali si dovrà occupare nelle prossime sedute: le norme per la trasparenza degli appalti di EXPO 2015 (relatore Massimiliano Romeo, Lega Nord),  i due progetti di legge per l’educazione alla legalità (relatore, Renzo Bossi, Lega Nord) e le disposizioni per il progressivo superamento della pubblicazione in forma cartacea del Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (BURL), (relatore Paolo Valentini, capogruppo PdL).

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020