Ambasciata “Verde” a Brasilia: al via la seconda fase del progetto — Lombardi nel Mondo

Ambasciata “Verde” a Brasilia: al via la seconda fase del progetto

Il progetto “Ambasciata verde” nella sede diplomatica di Brasilia entra nella sua seconda fase con l’avvio dato dal ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, in missione in Brasile per preparare la Conferenza internazionale sullo sviluppo sostenibile Rio+20, che si svolgerà a giugno.

L’iniziativa prevede lo scambio di energia tra l’impianto fotovoltaico della Rappresentanza italiana e la Centrale Energetica di Brasilia (CEB), nonchè la raccolta e la validazione dei dati tecnici che saranno presentati alla Conferenza Internazionale. Nel corso dell’iniziativa, si inaugurerà il nuovo impianto elettrico a led degli esterni dell’Ambasciata.

Il progetto, che fa parte della strategia ambientale più ampia ideata dal Ministero degli Affari Esteri, conosciuta come “Farnesina Verde”, è oggi in fase di avanzata realizzazione nei suoi due settori principali: energia e acqua.

L’impianto fotovoltaico, che consta di 405 pannelli installati sul tetto dell’Ambasciata da parte di Enel Green Power, sta già producendo un risparmio apprezzabile come anche quello di fitodepurazione, che si presenta come un giardinetto di aspetto gradevole, ultimato da un paio di mesi da parte di un gruppo di imprese italiane facenti capo alla società Ecomacchine.

Nell’ambito della giornata dedicata alla seconda fase del progetto “Ambasciata verde”, si svolgerà presso l’Ambasciata italiana il seminario “Economia Verde e Rio +20”, con la partecipazione di 50 imprese italiane e brasiliane. Con l’occasione saranno firmati due Memoranda di Intesa: il primo fra l’Ambasciata, la CEB e l’Università di Brasilia (UnB) per il settore fotovoltaico ed il secondo tra l’Ambasciata e la Compagnia di Risanamento Ambientale del Distretto Federale (Caesb) per il risparmio dell’acqua e la fitodepurazione.

Il seminario prevede tre tavoli tematici operativi (energia rinnovabile, acque ed eco-architettura-edilizia sociale), durante i quali le circa 50 aziende italiane e brasiliane partecipanti potranno valutare fattive opportunità di collaborazione, interagendo anche con i rappresentanti delle istituzioni brasiliane presenti, sia a livello locale che federale.

Durante l’iniziativa saranno consegnati all’ambasciatore Gherardo La Francesca per il progetto “Ambasciata Verde” sia un riconoscimento da parte della ONG Forum das Americas sia la certificazione Green Building Plus Rina, emessa dal Gruppo Rina – Registro Italiano Navale, che ha valutato la sede diplomatica di Brasilia come un edificio eco-sostenibile.

Fonte: (aise)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020