Haiti: Il Dossier del Vis sulle attività svolte nel 2012 — Lombardi nel Mondo

Haiti: Il Dossier del Vis sulle attività svolte nel 2012

Sono trascorsi tre anni dal terribile terremoto che il 12 gennaio 2010 scosse la terra e travolse migliaia di persone indifese ad Haiti. Furono oltre 222mila le persone che persero la vita in quei giorni e circa 3milioni quelle coinvolte dalle conseguenze della catastrofe.

La vita per molti Haitiani non fu più la stessa. In un Paese già provato da povertà cronica, instabilità e insicurezza, il sisma aumentò le difficoltà di molti e il mondo intero raccolse l’appello lanciato dalle autorità locali e dalle organizzazioni internazionali.

Raccogliendo il grido di aiuto e rispondendo alla chiamata della Comunità Salesiana già da 75 anni impegnata nel Paese, il VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo intervenne immediatamente e ancora oggi sta portando avanti insieme ai Salesiani di Don Bosco le attività di ricostruzione e sostegno a favore delle persone più vulnerabili e in condizione di povertà seguendo il nostro programma di lavoro.

“Nessun giorno è andato perso e, nonostante le difficoltà che i nostri volontari incontrano quotidianamente sul campo, i nostri progetti procedono rispettando i tempi. Il 2013 sarà segnato da importanti obiettivi raggiunti e risultati per la ricostruzione e lo sviluppo del Paese”, si legge sul dossier delle attività 2012 che il Vis pubblica oggi sul sito.

Nel rapporto sono analizzati gli obiettivi posti per il periodo 2012/2014 e pubblicato l’aggiornamento per ciascuna delle voci di intervento.

Nel dettaglio, è stata realizzata una nuova scuola elementare “Ecole Notre Dame de Lourdes” e un asilo a Bàs Fontaine, appartenente al villaggio “des Rapatriése”, nel comune di Cité Soleil a Port–au-Prince; un Centro Giovanile nel quartiere di Project Drouillard, nel comune di Cité Soleil; è stato avviato un programma di sostegno scolastico per bambini in condizione di estrema vulnerabilità e disagio del Comune di Carrefour e di Cité Soleil, a Port-au-Prince. Un altro programma di sostegno è stato invece dedicato alle famiglie più vulnerabili attraverso l’avvio di Attività Generatrici di Reddito (AGR).

Con i fondi raccolti è stato potenziato il Centro Salesiano “Lakay-Lakou” per circa 200 bambini di/in strada e costruita una unità abitativa a Carrefour.

 

Fonte: (aise)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

lunedì 27 Gennaio, 2020