Santa Fè: l’inaugurazione della piazza dedicata a Fernando Santi — Lombardi nel Mondo

Santa Fè: l’inaugurazione della piazza dedicata a Fernando Santi

Il nome della piazza è stato attribuito all’unanimità dal Consiglio Municipale della città con ordinanza n. 11.427 su proposta dell’Istituto Fernando Santi Argentina. Parteciperà all’evento una delegazione proveniente dall’Italia composta da Cesare Novelli e Rino Giuliani, della presidenza dell’Istituto Fernando Santi

Santa Fè: L’Istituto Fernando Santi dell’Argentina e l’Associazione Foro Santafesino il prossimo 24 aprile inaugureranno ufficialmente la “Piazza Fernando Santi”, con una cerimonia che si svolgerà di fronte all’ingresso della scuola italiana “Leonardo da Vinci di Vinci” di Santa Fe.

 

Il nome della piazza è stato attribuito all’unanimità dal Consiglio Municipale della città con ordinanza n. 11.427 su proposta dell’Istituto Fernando Santi dell’Argentina. Parteciperà all’evento una delegazione proveniente dall’Italia composta da Cesare Novelli e Rino Giuliani, della presidenza dell’Istituto Fernando Santi, Massimo Pineschi, componente dell’Ufficio di Presidenza in rappresentanza del Consiglio della Regione Lazio, Germano Caperna, del Dipartimento di filologia e letteratura comparata dell’Università di Montecassino.

 

La delegazione italiana insieme a Antonio Errico presidente dell’Istituto F. Santi di Argentina ed a Severo Consiglio delegato dell’Istituto nella città di Santa Fè, nei giorni immediatamente successivi alla cerimonia avrà numerosi incontri programmati presso la Camera dei deputati, il Municipio di Santa Fè, con il Consiglio municipale, con la Scuola Leonardo da Vinci e con il Club Unione, con il ministero degli interni e dei diritti umani con l’associazione Perez e con altre associazioni impegnate sui diritti umani, con il sindacato dei dipendenti comunali e con la collettività italiana.

 

Nella giornata del 24 verrà anche commemorata la ricorrenza del 25 aprile, data della liberazione dell’Italia dalla dittatura fascista e dalla occupazione nazista.

 

Fonte: (aise)

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020