Dossier Caritas 2012: migranti come persone, non numeri — Lombardi nel Mondo