America Latina, sinistra radicale al capolinea? — Lombardi nel Mondo