L’esploratore di Omegna “venerato” in Paraguay — Lombardi nel Mondo