Dall’inferno della favela più violenta del Sudamerica al paradiso di una nuova vita — Lombardi nel Mondo