Società di patronato per gli immigranti italiani nell’America del Nord — Lombardi nel Mondo

Società di patronato per gli immigranti italiani nell’America del Nord

Il Regio Commissariato dell’Emigrazione distribuiva gratis degli opuscoli con le avvertenze per i potenziali emigranti e soprattutto per chi era in grado di leggere. (Seconda Parte)

“Le avvertenze per chi emigra negli Stati Uniti e nel Canadà” del 1904 sintetizza tutto quanto si doveva sapere prima di emigrare. Non era un documento esaustivo, ma aveva lo scopo di dare un’informazione sommaria non trascurabile. Nella prima parte si è parlato delle regole generali e di una delle Società per la protezione degli emigranti di New York.

Continuiamo con l’elenco delle altre Società :

2. Istituto Italiano di Beneficenza in Nuova York

L’ ”Istituto Italiano di Beneficenza” di  Nuova York assiste gli emigranti italiani già sbarcati a Nuova York, che sono costretti a trattenersi qualche giorno in quella città.

Questo Istituto situato nella via detta West Houston Street, n .165-67, può procurare vitto e alloggio ad un certo numero di emigranti, con una spesa giornaliera minore di quella occorrente in qualunque locanda.

Il direttore e i componenti il Consiglio di amministrazione di questa Società danno pure consigli ai nuovi arrivati circa le direzioni da prendere e il miglior modo di trovare occupazione.

La foto nel riquadro raffigura la sede dell’Istituto Italiano di Beneficenza in West Huston Street a New York.

 

3. Società di San Raffaele a Nuova York.

La “Società di San Raffaele” assiste specialmente le donne e  i fanciulli. Essa tiene a questo scopo un ricovero, situato nella strada detta Bleecker Street, n. 219, che  è diretto dal padre Gambera, dei Missionari di San Carlo. Questo sacerdote si trova ad Ellis Island ad ogni arrivo di piroscafo, e anche  a lui gli emigranti, specialmente donne e fanciulli, possono rivolgersi per assistenza e consiglio.

 

4. Società per la protezione degli immigranti italiani in Boston.

Anche in Boston esiste una “Società di protezione degli immigranti italiani” ( Society for the protection of the Italian immigrants). I nostri emigranti che giungono in quel porto faranno bene a rivolgersi a questa Società (Hanover Street, n. 196), la quale si prefigge lo scopo di aiutarli al momento dello sbarco, assistendoli durante la visita che debbbono subire dinanzi alle Autorità americane e vigilando sul cambio della moneta. Essi, oltre ad un ufficio di informazioni e di collocamento al lavoro pei nostri emigranti, mediante il quale procura do ottenere, a favore degli agricoltori, delle terre a prezzi minimi ed a  pagamenti rateali, nelle vicinanze della città, tiene aperte alcune scuole per insegnar loro la lingua inglese ed educarli alla conoscenza delle leggi  e dei costumi del paese.

Gli emigranti, i quali giungono a Boston sui vapori della Compagnia d navigazione White Star Line ( che fa il servizio tra Napoli e Boston) e debbono proseguire il viaggio per Nuova York, tengano presente che gli agenti della suddetta Compagnia sono obbligati a dar loro il biglietto   ferroviario gratuito fino a quest’ultima destinazione. Chi non avesse ricevuto tali biglietto può far valere i suoi diritti, reclamando presso la Società di protezione; altrimenti sarebbe costretto a pagare 3 dollari per acquistare il biglietto ferroviario da Boston a Nuova York.

 

5. Comitato di soccorso di patronato per gli emigranti della colonia italiana di San Francisco di California.

Il ”Comitato di soccorso e di patronato per gli emigrati della colonia italiana” in San Francisco ha costituito un Ufficio di patronato e collocamento al lavoro peri nostri emigranti (Montgomery Street n. 628). Si consigliano i nostri connazionali a giovarsi dell’opera di detto Comitato, riconosciuto dal Governo italiano che lo sussidia, il quale si tiene in relazione con le Compagnie e le Imprese  che abbisognano di lavoranti. Esso esercita pure il patrocinio legale degli emigranti dinanzi alle Corti giudiziarie.

6. Società di protezione degli emigranti italiani al Canadà.

I nostri emigranti che si recano al Canadà sappiano che esiste in Montreal una “Società di protezione degli emigranti italiani”(Italian Immigration Aid Society for Canada, in Montreal – Lagauchetière Street n. 906), riconosciuta dal Governo italiano, la quale si propone gli stessi scopi delle Società di Nuova York, Boston e San Francisco di California. Essa cerca, inoltre, con l’aiuto del Governo canadese, di promuovere la colonizzazione di terre da parte  di agricoltori italiani e di procurare temporaneo ricovero agli emigrati che non abbiano parenti o amici nel Canadà. 

 

Ernesto R Milani

Ernesto.milani@gmail.com

14 marzo 2008

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020