Studiare l’italianità in Canada — Lombardi nel Mondo

Studiare l’italianità in Canada

Scadono il prossimo 30 settembre le adesioni per partecipare al progetto Student Affairs della University of Toronto Giovani italo-canadesi, o appassionati alla cultura italiana, sono chiamati a raccolta

Toronto – Scadono il prossimo 30 settembre le adesioni per partecipare al progetto Student Affairs della University of Toronto sotto la direzione della U of T Italian Canadian Association (UTICA). Si rivolge a giovani italo-canadesi, o appassionati alla cultura italiana, che vogliano approfondire la loro conoscenza o acquisire gli strumenti, linguistici e culturali, per appassionarsi al mondo italico.

 

Nozioni di storia, lingua e cultura.L’obiettivo, come sottolinea JP Giliberto, Presidente U of T Italian Canadian Association (UTICA) è “arricchire non solo la propria esperienza di vita da studente dei nostri ragazzi, organizando eventi sociali e culturali, a contatto con la natura, ma condividere la propria eredità italiana o famigliarizzare con essa “. L’organizzazione procede attraverso la segnalazione e la costituzione successiva di gruppi di studio il cui numero può variare a seconda dell’ambito di interesse. C’è la possiblità di fare vita comune, di alloggiare nelle stanze messe a disposizione dal College.

 

University of Toronto Italian Club, oggi University of Toronto Italian Canadian Association, è stato fondato nel 1946. La storia del già Club, però, si incrocia con quella del precedente Italian-Spanish Club, sorto nel 1925. I Club furono aperti per sostenere, in maniera distinta, i percorsi di studio degli studenti italiani e spagnoli. Entrambi nacquero sulla scia del cospicuo numero di spagnoli e italiani che arrivarono a Toronto, specialmente in seguito alla crescita notevole di componenti delle comunità italiana.

 

Numerosi businessmen della comunità si spesero perchè le due etnie crescessero culturalmente e socialmente; esempi come Rosario Invidiata, veterano della prima guerra mondiale e Pasquale Fontanella, uomo orgoglioso delle sue origini italiane, sono ancora ricordati dalla comunità italiana.

 

Da www.newsitaliapress.it

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020