Ritrovati i gioielli di Eva Peròn rubati nel 2009 — Lombardi nel Mondo

Ritrovati i gioielli di Eva Peròn rubati nel 2009

Le indagini eseguite dalla Seconda Sezione del Nucleo investigativo di Milano, in collaborazione con la Policia Nacional spagnola, hanno consentito di identificare otto componenti della banda, molti appartenenti alla etnia Rom originari della ex-Jugoslavia e quasi tutti residenti in alcune villette che sorgono tra le province di Milano e Varese

La RepubblicaMilano.it di Martedì 21 febbraio 2012 parlava di un tesoro, rubato in Spagna da una banda di nomadi di Rom, che vale oltre 6 milioni.

Il recupero di questo bottino era avvenuto, poco prima, in una stanza di un albergo di Milano.

Secondo la Repubblica, gioielli e abiti sfarzosi avevano sempre fatto parte di Evita, durante la sua corta esistenza.

Alla sua morte, nel 1952, Eva Duarte, seconda moglie dell’ex presidente argentino Juan Domingo Peròn, piu nota come Evita, aveva lasciato detto di non dividere mai la sua amata collezione di preziosi.

I preziosi della “Santa dei descamisados” furono “rubati” il 17 dicembre 2009 nel 5 stelle “Las Arenas” di Valencia, nel corso di una colossale truffa architettata da una banda di professionisti specializzati nel cosiddetto “rip-deal”.

“Un rip-deal è un tipo di truffa che abitualmente nasce sul web, con il contesto di una compravendita immobiliare o di un cambio di valuta, e che prevede lo scambio di monete o la trattazione di beni, da parte di sedicenti uomini d’affari, in genere nomadi abilissimi, che poi li sottraggono con l’inganno o con una fulminea rapina” Chiarisce La Repubblica.

Ora, i carabinieri ne hanno recuperato il pezzo forte: una tiara di 147 carati del valore di circa tre milioni di euro -regalata alla primiera dama dai reali d’Olanda- due anelli e un paio di orecchini a pendente, tutti in diamanti.

Il ritrovamento, avvenuto nell’hotel “Silver”, di via Riccardo Lombardi -a Milano- ai confini con Settimo Milanese.

Le indagini eseguite dalla Seconda Sezione del Nucleo investigativo di Milano, in collaborazione con la Policia Nacional spagnola, hanno consentito di identificare otto componenti della banda, composta da una decina di elementi -di maggioranza zingari originari della ex-Jugoslavia- e più o meno quasi tutti residenti in alcune villette che sorgono tra le province di Milano e Varese.

Tra loro ci sono il 40enne Nenad Nikolic catturato dai carabinieri a Milano il 17 maggio dell’anno scorso e il 47enne croato Miroslav Dragutinovic -alias lo sceicco Mohameds Abdils- bloccato il 18 febbraio scorso in una palazzina di Rivalta (Torino).

Per fortuna la collezione di Evita proseguirà indivisa grazie all’intervento efficiente della Polizia italiana.

 

Jorge Garrappa Albani

Redazione Portale Lombardi nel Mondo, Argentina

jgarrappa@hotmail.com

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020