Treni storici, ritorna il Lario Express

È’ ripartito ieri il servizio turistico dei treni storici finanziato da Regione Lombardia. Il programma prevede complessivamente 12 corse fino al 17 ottobre. L’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, ha presenziato a Paratico all’itinerario via Bergamo che ha inaugurato la nuova stagione.

OCCASIONE PER VALORIZZARE I LAGHI
Anche quest’anno – commenta l’assessore Terzi – torna il servizio turistico dei viaggi a bordo dei treni d’epoca dopo il successo degli anni scorsi. Offriamo una modalità diversa e affascinante per visitare il territorio e in particolare gli splendidi laghi lombardi. Un modo per agevolare l’afflusso di turisti e dunque determinare benefici per un’economia locale che ha bisogno di ripartire. In questi ultimi anni abbiamo trasformato l’iniziativa dei treni storici da sporadica a strutturale, perché costituisce un volàno per il turismo e un’occasione per valorizzare il nostro patrimonio storico. Il servizio presta grande attenzione anche all’intermodalità, perché consente a chi lo desidera di utilizzare i battelli della navigazione”.

“Regione Lombardia – ha proseguito Terzi – mette a disposizione per i treni storici 500.000 euro l’anno attraverso FerrovieNord, tra attivazione dei servizi e lavori di manutenzione dei convogli d’epoca. Gli ottimi riscontri avuti nel 2018 (2.000 viaggiatori) e nel 2019 (5.000 viaggiatori con un tasso di occupazione del 100%) certificano la bontà del progetto messo in campo con Fondazione Fs e FerrovieNord”. Tutti i treni storici • Sebino Express (6 e 27 settembre) con partenza da Milano Centrale verso le sponde occidentali del Lago di Iseo, a Paratico Sarnico. • Lario Express (13 settembre e 4 ottobre), con partenza da Milano Centrale e approdo a Como e Lecco. • Iseo Express (20 settembre) con partenza da Brescia e arrivo a Pisogne, sulle sponde orientali del lago. • Laveno Express (11 e 25 ottobre) con partenza da Milano Centrale e arrivo a Laveno Mombello sulle sponde del Lago Maggiore. Per quanto riguarda i nostro territorio, il 13 e il 4 ottobre saranno organizzati percorsi su carrozze degli anni 30, con locomotiva elettrica d’epoca tra Milano e Como o locomotiva a vapore da Como a Lecco. Per tutte le info consultate il sito ufficiale

INVESTIMENTO DI REGIONE LOMBARDIA “Regione Lombardia – prosegue Terzi – mette a disposizione per i treni storici 500.000 euro l’anno attraverso Ferrovienord, tra attivazione dei servizi e lavori di manutenzione dei convogli d’epoca. Il progetto, messo in campo con Fondazione Fs e Ferrovienord, ha ottenuto ottimi riscontri anche nel 2020. Ciò nonostante la situazione sanitaria avesse costretto a limitare le corse ai soli mesi di settembre e ottobre. In quel periodo si registrò un’occupazione pressoché totale dei posti a disposizione”.

CONVOGLIO STORICO Il treno è stato trainato da una locomotiva elettrica in livrea storica tra Milano e Bergamo e da locomotiva a vapore nella restante parte del tragitto. Il convoglio storico, composto da vetture Centoporte degli anni ’30 e Corbellini degli anni ’50, è partito dalla stazione di Milano centrale e ha effettuato fermate nelle stazioni di Milano Lambrate, Bergamo e Palazzolo sull’Oglio prima dell’arrivo a Paratico-Sarnico. Da qui i passeggeri hanno potuto liberamente visitare i luoghi circostanti, dedicarsi al trekking ed esplorare i magnifici borghi che si affacciano sul lago d’Iseo.

PROGRAMMA 2021 Il calendario dei treni storici nel 2021 è articolato su tre itinerari: – Sebino Express: Milano – Bergamo – Palazzolo – Paratico; – Laveno Express: Milano – Gallarate – Laveno, con possibilità di crociera ‘charter’ sul Lago Maggiore; – Lario Express: Milano – Como – Lecco, con possibilità di prosecuzione con battello di linea da Como a Lecco via Bellagio (o viceversa);

LE DATE – 6 giugno Laveno – 13 giugno Como-Lecco – 20 giugno Paratico – 27 giugno Como-Lecco – 4 luglio Laveno – 5 settembre Paratico – 12 settembre Como-Lecco – 19 settembre Laveno – 26 settembre Como-Lecco – 10 ottobre Paratico – 17 ottobre Laveno

Condividi