Franco Narducci eletto all’unanimità nuovo Presidente dell’Unaie — Lombardi nel Mondo

Franco Narducci eletto all’unanimità nuovo Presidente dell’Unaie

E’ l’attuale deputato dell’Ulivo eletto nella circoscrizione estero dell’Europa il nuovo Presidente dell’Unione Nazionale delle Associazioni Immigrati ed Emigrati. A Trento, lo scorso 28 settembre, si è svolta l’Assemblea che ha ratificato la nomina.

L’assemblea generale dell’Unione Nazionale delle Associazioni Immigrati ed Emigrati, svolta a Trento lo scorso 28 settembre, ha eletto all’unanimità il suo nuovo presidente: si tratta di Franco Narducci, deputato dell’Ulivo eletto in Europa, Presidente del Comitato per gli italiani all’estero della Camera, per due mandati segretario generale del Cgie. L’assemblea ha confermato quali presidente onorario e presidente emerito rispettivamente Mario Toros e Dino De Poli, e, salvo alcune variazioni, il Consiglio Direttivo uscente.

I lavori dell’assemblea sono iniziati con una relazione in cui il presidente uscente, Domenico Azzia, ha riassunto la molteplice attività dell’Associazione negli ultimi tre anni. L’assemblea ha trattato ampiamente numerosi temi di attualità riguardanti gli italiani nel mondo, i nuovi immigrati, la modifica alla legge 383 per un sostegno all’associazionismo in emigrazione, il 40° dell’UNAIE che verrà celebrato a Roma la prossima primavera.

 

Il prossimo 8 novembre, a Treviso, il nuovo Direttivo si riunirà per la distribuzione degli incarichi, la nomina dei vicepresidenti, dell’esecutivo e del direttore. Nel nuovo Direttivo sono stati confermati Daniele Marconcini,Presidente dell’Associazione dei Mantovani nel Mondo e Nino Stivala Presidente di Gente Camuna (Brescia).

 

Azzia con una lettera inviata ai Presidenti delle Associazioni aderenti, ai collaboratori ed alla stampa ha ringraziato per la collaborazione ed il sostegno ricevuti nel triennio della sua presidenza.  

 

“Al termine del mio mandato triennale alla presidenza dell’UNAIE, ho indicato Franco Narducci, all’Assemblea per il rinnovo delle cariche che Lo ha acclamato con un lungo, unanime applauso. Ritengo che non poteva esserci indicazione migliore trattandosi di una persona conosciutissima ed apprezzata per la sua statura morale, sensibilità e profonda conoscenza del mondo migratorio. Di buon auspicio la coincidenza che a presiedere l’UNAIE, cioè a tutelare gli interessi degli italiani all’estero, sia ora un connazionale residente in Svizzera, recentemente eletto in Parlamento dalla Circoscrizione Estero.Non poteva esserci scelta migliore. È stata giusta. Come scelta vera di ricambio generazionale. Come segnale forte di cambiamento.Non si vincono le sfide del cambiamento che abbiamo davanti, senza partire dalla cultura del cambiamento. Ma anche un fatto di discontinuità per entrare nel nuovo con più forza, vigore e tensione.

All’UNAIE, di cui sono stato socio fondatore 40 anni addietro, in questi tre anni di presidenza, ho dato tutto quello che ho potuto. Con umiltà e spirito di servizio. Senza risparmio. Avrei voluto dare di più. Di questo me ne rammarico.

Devo molto al mio Vice Aldo Degaudenz, al Direttore Patrizio De Martin, al Presidente Dino De Poli, al Direttivo tutto, ai collaboratori. Un grazie forte per quello che insieme ed in spirito di amicizia abbiamo fatto per l’UNAIE. Senza questo apporto non sarebbe stato possibile. Sento di dovere rivolgere un pensiero di gratitudine ai corrispondenti, ai Direttori delle agenzie di informazione ed alla stampa amica che ci ha sempre sostenuto. Ai connazionali che conosciamo ma anche a quelli che non conosciamo, ovunque si trovino, un cordiale saluto augurale.A Franco Narducci tantissimi auguri di buon lavoro e di successo. Sappiamo che l’UNAIE è in buone mani.”

Con stima ed amicizia.       

 

                                                                                              Mimmo Azzia

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020