Un’altra vita in Canada — Lombardi nel Mondo

Un’altra vita in Canada

Valentina Carretta Monaco ed il marito Enrico vivono in Canada dove è nata di recente la loro figlia ai primi del 2012. Non tornerebbero indietro per nulla perché pensano di avere trovato yuan sistemazione consona alle loro aspettative.

Valentina Carretta e il marito Enrico si sono stabiliti definitivamente in Canada. Il loro percorso non è stato facilissimo e la questione legata al visto e alla residenza si è protratta a lungo, ma non si sono demoralizzati ed oggi sostengono di non voler tornare indietro perché le opportunità in Canada per la figlia sono troppo allettanti.

Cosa facevate in Italia?

In Italia Enrico lavorava per una azienda metallurgica e Valentina come operatore socio sanitario pagata co.co e senza prospettive migliori.

Come si è presentata l’opportunità di andare in Canada?

La nostra storia inizia nel 2003 quando Enrico lavorava in Italia assieme a un collega nato in Canada ma che aveva sempre vissuto in Italia. La cosa ci ha incuriosito e ci siamo documentati come cambiare la nostra vita. Nel 2006 ci siamo sposati, siamo venuti in viaggio di nozze e i dubbi sono svaniti.

Il posto meraviglioso, gente gentile, ospitale e possibilità di un futuro.

Certo la richiesta per l’immigrazione è stata lunga e faticosa. Una attesa di 36 mesi per la residenza ma non ci siamo scoraggiati. Abbiamo ottenuto permessi di lavoro rinnovabili finché nel 2009 è arrivata la residenza.

Cosa fate adesso?

Ora Enrico lavora in una azienda metallurgica e io lavoro per una struttura per anziani autosufficienti a 5 stelle con tutti i contratti in regola. Ora io o ora sono in maternità per 1 anno, pagata dal governo.

La nostra vita non è cambiata molto ma ci siamo potuti comprare una casa senza problemi.

Abbiamo avuto una bellissima bambina che è ufficialmente cittadina canadese.

Aspetti negativi del Canada?

Aspetti negativi non ne abbiamo trovati molti. Forse il fatto che essendoci tante nazionalità di immigrati ognuno ha la propria comunità relativamente separata.

 

Non passeggerai mai stile mercatino e incontrerai la vicina di casa, fai la spesa piuttosto in grandi centri commerciali un po’ dispersivi ma quando si sta bene non ci fai caso!!!

Pensate di rimanere in Canada?

Non torneremo indietro per nulla al mondo. Per lei qui ci sarà un grande futuro.

Fonte : Italiansinfuga

Ernesto R Milani

Ernesto.milani@gmail.com

18 marzo 2012

 

 

Document Actions

Share |


Lascia un commento

martedì 28 Gennaio, 2020